AIDS, un gel vaginale dimezza il rischio di contagio

AIDS, un gel vaginale dimezza il rischio di contagio

Un gel vaginale dimezza il rischio di contagio da virus HIV.

Questa la conclusione di una ricerca del centro studi Caprisa (Sudafrica), diretto dal dottor Salim Abdool Karim e presentato alla Conferenza internazionale di Vienna sull’AIDS (nonché
pubblicato su “Science”).

La squadra del dottor Karim ha creato un prototipo, basato sulla combinazione tra “base” gelatinosa ed il Telenofovir, un farmaco antiretrovirale.

Dopodiché, gli scienziati hanno selezionato un campione di 889 donne, che hanno applicato il gel, 12 ore prima e 12 ore dopo il rapporto sessuale. L’osservazione ha così mostrato
come nel primo anno i contagi da AIDS sono stati ridotti del 50%, mentre nel secondo anno e mezzo sono calati del 39%.

Per il dottor Karim, il gel potrebbe (almeno in teoria) portare il livello di protezione ancora più avanti: fino ad una copertura del 54%, sempre se usato con continuità.

Più concretamente, lo scienziato ritiene che il gel rappresenti uno strumento fondamentale di protezione per le donne, sopratutto nell’Africa sub-sahariana e soprattutto per quelle che
vengono costrette dal partner a sesso non protetto.

Positivi i commenti degli esperti.

Così Michel Sidibe, direttore esecutivo del Programma Unaids dell’OMS: “Stiamo dando una grande speranza alle donne. Per la prima volta abbiamo visto dei risultati nella prevenzione
dell’AIDS con un’opzione in mano alle donne”.
Gli fa eco Anthony Faucy: “E’ la prima volta che vedo un successo statisticamente significativo in un gel: questi risultati sono molto incoraggianti”.

Fonte: Quarraisha Abdool Karim, Salim S. Abdool Karim, Janet A. Frohlich, Anneke C. Grobler, Cheryl Baxter, Leila E. Mansoor, Ayesha B. M. Kharsany, Sengeziwe Sibeko, Koleka P. Mlisana,
Zaheen Omar, Tanuja N. Gengiah, Silvia Maarschalk, Natasha Arulappan, Mukelisiwe Mlotshwa, Lynn Morris, Douglas Taylor, and on behalf of the CAPRISA 004 Trial Group, “Effectiveness and Safety
of Tenofovir Gel, an Antiretroviral Microbicide, for the Prevention of HIV Infection in Women”, Science Published online 19 July 2010 [DOI: 10.1126/science.1193748]

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento