Zenzero, un aiuto per chi soffre di diabete

Zenzero, un aiuto per chi soffre di diabete

Lo zenzero, conosciuto come ginger, può essere utile ai malati di diabete. Consumata, la spezia stimola le cellule muscolari a consumare glucosio, riducendone i livelli nel sangue.

Questo il fenomeno descritto da una ricerca dell’Università di Sidney, diretta dal dottor
Basil Roufogalis e prossimamente pubblicata su “Planta Medica”.

Il team di Sidney ha condotto test di laboratorio, con cellule di muscolo umano divise in due gruppi. Il primo è stato trattato con estratto di zenzero, il secondo no.

Secondo i controlli, l’estratto di zenzero stimolava l’assorbimento del glucosio nei muscoli, a prescindere dal livello d’insulina.

Perciò, spiega Roufogalis, “Questo [processo] aiuta nella gestione degli elevati livelli di zucchero nel sangue che creano complicazioni a lungo termine nei pazienti diabetici, e
potrebbe consentire alle cellule di operare in modo indipendente dall’insulina”.

Per il dottore ed i suoi collaboratori, il merito dell’azione sta nei polifenoli gingeroli, “Componenti fenolici principali del rizoma di zenzero. In condizioni normali il livello di glucosio
nel sangue è rigorosamente mantenuto entro un intervallo ristretto, e il muscolo scheletrico è un importante luogo di liberazione di glucosio nel corpo”.

Perciò, per i ricercatori lo zenzero può avere una doppia azione benefica: rende migliori le pietanze col gusto speziato, e favorisce la digestione e aiuta a controllare i livelli
di zuccheri nel sangue.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento