Zaia a Lussemburgo apre la strada all’ammasso privato dei formaggi

Zaia a Lussemburgo apre la strada all’ammasso privato dei formaggi

Lussemburgo – “Oggi prenderemo una decisione che aprirà la strada all’ammasso privato dei formaggi”. Lo ha detto il ministro per le Politiche agricole e alimentari Luca Zaia, al suo
arrivo al ‘vertice’ sul latte dei ministri dell’Agricoltura dell’Ue a Lussemburgo.   

All’aiuto all’ammasso privato dei formaggi si giungerà, ha precisato Zaia, estendendo al latte la clausola d’urgenza che permette alla Commissione europea di intervenire immediatamente in
caso di turbolenze di mercato (articolo 186 del regolamento di riferimento europeo). “Questo significherà per noi – ha sottolineato – la possibilità di acquistare con risorse
comunitarie nostri formaggi” per un migliore equilibrio di mercato.    

Nei 300 milioni di euro come fondo per il settore, ha proseguito il ministro, “vogliamo intravedere aiuti diretti alla produzione, quindi alle singole aziende. A questo si aggiunge l’ammasso
privato che è un altro grande aiuto e, non ultimo, per il 2010 ci sono anche i 600 milioni di euro stanziati per burro e latte in polvere che potremmo recuperare come interventi diretti
sulle azienda agricole”.    

L’auspicio di Zaia è che oggi a Lussemburgo “si raggiunga con tranquillità una soluzione che sia del Consiglio e della Commissione Ue, senza tensioni”.    

Ai produttori italiani del Copagri infine, che stanno manifestando all’esterno del Consiglio dei ministri Ue, Zaia manda “un caloroso ed affettuoso abbraccio anche perché – ha detto – loro
hanno preso la responsabilità di portare avanti rispetto al comparto dei produttori questa battaglia che è una battaglia di civiltà, non violenta, per portare alto il grido
d’allarme sul prezzo del latte”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento