Zafferano Zaffiro: un’eccellenza italiana dall’Iran

Zafferano Zaffiro: un’eccellenza italiana dall’Iran

Zafferano, la spezia più costosa al mondo

Lo zafferano è una spezia che si ottiene dagli stigmi del fiore del Crocus sativus, conosciuto anche come zafferano vero, una pianta della famiglia delle Iridacee.

ZafferanoLa pianta di zafferano vero cresce fino a 20–30 cm e produce fino a quattro frutti, ognuno con tre stigmi color cremisi intenso. Gli steli e gli stigmi vengono raccolti e fatti seccare per essere usati principalmente in cucina, come condimento e colorante.
Lo zafferano è originario dell’Asia Minore e fu coltivato per la prima volta in Grecia.

Lo zafferano è una pianta ampiamente utilizzata in ambito culinario, alla quale sono attribuite interessanti proprietà, fra cui spiccano quelle digestive. Infatti, lo zafferano assunto a piccole dosi è in grado di stimolare la secrezione dei succhi gastrici, favorendo in questo modo la digestione.
È la spezia più costosa al mondo e in Italia le sue coltivazioni tradizionali raggiungono l’eccellenza. La rusticità della pianta e la semplicità nelle tecniche di coltivazione ne fanno un prodotto adatto a diffondersi in tutta la penisola e le regioni dove la pianta è più diffusa sono l’Umbria, l’Abruzzo, le Marche, la Toscana e la Sardegna.

zafferano 2Un’azienda ha fatto la differenza ed è diventata l’icona dell’eccellenza italiana: Zafferano Zaffiro. Attività che non altera il ciclo vitale della pianta, non usa pesticidi, nessun diserbante o additivo chimico, lo zafferano Zaffiro è puro, è di origine iraniana ed è l’unico ad essere essiccato a freddo. Viene coltivato nei deserti dell’ Iran. Zaffiro essicca il suo zafferano a freddo e questo significa mantenere maggior potere colorante, aroma più intenso e chiaramente un sapore più deciso. Lartefice di questa eccellenza è Alessandro Nicoletti*. Zafferano Zaffiro è la prima azienda ad aver ottenuto il “Gold Standard” un riconoscimento per il potere colorante più alto al mondo.

Quattro le caratteristiche principali di questo zafferano:

Gli stimmi di zafferano devono essere tutti rossi (non ci deve essere traccia di nessun altro colore)
Gli stimmi di zafferano non devono essere secchi e fragili al tatto.
L’odore dello zafferano deve essere forte e sapere di fresco, mai di muffa o di acido.
Pistilli di zafferano lunghi e rossi, chiaro segnale che lo zafferano è pieno di colorante

Questi i segnali che ci aiutano ad acquistare una spezia di qualità, garantita e sana.
zafferanozaffiro-640x853L’azienda Zaffiro pianta i bulbi in un terreno vergine, in mezzo al deserto del Khorashan in Iran. Ogni anno vengono dissotterrati i bulbi e piantati in un nuovo terreno, sempre in mezzo al deserto. La raccolta dello zafferano viene effettuata rigorosamente a mano. Non viene utilizzato nessun macchinario, ma solo le mani di centinaia di persone che giungono da ogni dove per la raccolta dello zafferano. Lo zafferano appena raccolto viene portato direttamente in fabbrica, dove speciali attrezzature lo portano a meno 40 gradi,  rendendolo praticamente immortale.

La differenza con l’essiccatura a caldo è semplice, con il metodo Zaffiro lo zafferano non decade, è sempre viola e non perde le proprietà organiche nel tempo. Non solo lo zafferano è protetto, ma viene anche preservata la sua struttura chimica.
 A differenza del metodo tradizionale che prevede l’impacchettamento in vetro o carta, questa azienda ha sviluppato una particolare pellicola protettiva derivata da un polimero della plastica che permette al prodotto anche quando viene aperto, di essere richiuso preservandone così il contenuto dalla contaminazione e dall’umidità.
Zaffiro ha veramente raggiunto uno standard di eccellenza per la cura, l’attenzione e la passione che mette nel voler dare al consumatore uno zafferano di qualità da usare nelle proprie cucine.

Valentina Colapietro
per Newsfood.com

Contatti:

Alessandro-Nicoletti-Milano-e1453307690479*Alessandro Nicoletti si presenta
Sono, Alessandro Nicoletti, Socio fondatore di Zafferano Zaffiro (la prima azienda italiana specializzata esclusivamente in zafferano per la ristorazione di alta gamma).

Prima di fare l’imprenditore il mio sogno era insegnare in Università, ed è per questo che ho preso una laurea in Economia quantitativa, specializzandomi in Econometria.

 

Redazione Newsfood.com
Contatti

Leggi Anche
Scrivi un commento