Welfare, raggiunta intesa tra governo e parti sociali sui contratti a termine

Roma – Il nuovo testo recupererebbe in sostanza quanto previsto dall’intesa del luglio scorso con alcune deroghe per i lavoratori stagionali e norme transitorie per quelli che
all’entrata in vigore della legge hanno gia’ accumulato alcuni mesi di contratto a termine.

Le nuove norme, dunque, stabiliscono che al termine dei 36 mesi e’ possibile una sola proroga del contratto davanti all’ufficio provinciale del lavoro con l’assistenza di un rappresentante
sindacale.
Proroga da cui possono derogare i lavoratori stagionali di quei settori disciplinati dal Dpr del 1963 e di quelli che saranno individuati attraverso avvisi comuni con i sindacati o attraverso
accordi contrattuali collettivi.
Infine, e’ stata messa a punto anche una sorta di clausola «transitoria» per risolvere il problema dei lavoratori che al primo gennaio 2008, all’entrata in vigore della legge, si
trovino con un contratto a termine in corso.
La soluzione individuata dovrebbe prevedere che per questi il conteggio dei 36 mesi, parta dopo 15 mesi dall’entrata in vigore della legge, e cioe’ da aprile 2008.

Leggi Anche
Scrivi un commento