Verona: «Symmetry in Nuclear Magnetic Resonance: principles and applications»

 

La simmetria nella Risonanza Magnetica Nucleare: principi e applicazioni. Sarà Malcolm Levitt, docente di Physical Chemistry alla Southampton University e professore di fama
mondiale, a tenere venerdì 31 ottobre alle 11.30 nella sala verde della facoltà di Scienze (ca’ Vignal I, Strada le Grazie 15) la «Vigani Lecture», in
occasione di una conferenza sul tema della Risonanza Magnetica Nucleare (NMR).

Il convegno, coordinato da Henriette Molinari, ordinario di Chimica Organica a Verona, si inserisce nell’ambito della «John Francis Vigani Lectureship», iniziativa nata
dall’accordo tra la Società Chimica Italiana e la Royal Society of Chemistry, che ha scelto come sede del seminario la città scaligera proprio per le origini
veronesi di Francis Vigani. La Vigani Lecture deve infatti il suo nome al chimico veronese, primo titolare nel 1702 della cattedra di Chimica all’Università di Cambridge,
nonché collega di Isaac Newton.

Malcom Levitt ha dato un contributo fondamentale allo sviluppo della risonanza magnetica nucleare in soluzione e allo stato solido, sia a livello teorico sia applicativo, fornendo alla
comunità scientifica gli strumenti per la comprensione della dinamica degli spin nucleari. Sono numerosi i suoi contributi su svariati argomenti dalla chimica alla biologia
strutturale. In particolare le sue ricerche hanno permesso di elaborare teorie per la comprensione della struttura dei materiali, inclusi quelli biologici, che hanno posto le basi per
applicazioni in campo biomedico.

Autore del libro «Spin Dynamics», strumento insostituibile per la comprensione dei principi dell’NMR, il professor Levitt ha firmato 174 pubblicazioni su importanti
riviste internazionali ed è stato insignito di numerose onorificenze, tra cui: LATSIS Research Prize of ETH-Zürich (1985), Göran Gustafsson Prize in Chemistry (1996),
Ampère Prize (2005) e Laukien Prize in Nuclear Magnetic Resonance (2008).

 

Leggi Anche
Scrivi un commento