Verdura di città, pericolo smog?

Verdura di città, pericolo smog?

Molti scelgono la verdura, considerata cibo sano e portatrice di nutrienti utili. Purtroppo, anch’essa non è assente da problemi: è infatti possibile che le verdure coltivate in
città abbiano assunto inquinanti da smog.

A fare più chiarezza, il professor Massimo Labra, botanico al dipartimento di biotecnologie e bioscienze all’Università Milano Bicocca.

Per il docente, il rischio è in genere basso, anche se bisogna fare precisazioni.

Se si mangia verdura a foglia (come l’insalata) è possibile assumere inquinanti, anche se “In quantità minima”. Chi invece preferisce i frutti, (come pomodori e melanzane) il
rischio è quasi zero, perché l’esposizione è ridotta. Infine, le piante aromatiche, come salvia e rosmarino, non assorbono inquinanti.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento