Vecchie e nuove dipendenze nei Campi Flegrei

Il territorio flegreo, con una popolazione a forte incidenza di fasce giovanili, risulta essere in rapporto al numero di abitanti, ai primi posti tra i Comuni dell’intera ASL NA 2, per
l’aumento delle dipendenze patologiche tra i minorenni; inoltre, il fenomeno, contrariamente a quanto si possa pensare, coinvolge anche bambini dell’età di 11-12 anni.

Da un’analisi dei dati emersi dal Ser.t di Pozzuoli, dal Centro di Ascolto di Bacoli e da un’indagine effettuata dal Dipartimento Dipendenze Patologiche dell’ASL NA2 e dalle ACLI Flegree, tra i
giovani delle scuole, delle Parrocchie e dei luoghi di aggregazione del territorio, è emerso un forte aumento dell’uso di sostanze psicotrope e nuove dipendenze (alcol, play station,
internet, gioco d’azzardo, cellulari, ecc.); in particolare i dati disponibili e gli elementi di conoscenza che derivano dalle numerose esperienze di lavoro rivolte al mondo giovanile indicano
l’incremento di forme di consumo ricreazionale di sostanze, l’abbattimento dell’età in cui avviene l’incontro con le sostanze, un orientamento verso l’uso/abuso, la trasversalità
del fenomeno ed una tendenza al consumismo che va oltre il problema delle sostanze.

Per questo, è stato necessario assumere la consapevolezza che non esistono ambienti esenti da un possibile contatto con le sostanze e che le politiche per le dipendenze venissero
ripensate nel quadro più ampio delle politiche giovanili e della prevenzione, attraverso percorsi sinergici con la Scuola, che sviluppassero l’educazione tra pari e la promozione del
protagonismo giovanile, con azioni incentrate sulla peer education.

Così, dall’inizio dell’attuale anno scolastico, è partita una campagna di informazione e sensibilizzazione sulle problematiche derivanti dall’uso di droghe, che vede il
coinvolgimento di tutte le scuole medie superiori e di alcune medie inferiori, di tutti i quattro Comuni dei Campi Flegrei. «Il progetto – dichiara il Presidente ACLI, Pino Di
Maio
– ha previsto il pieno coinvolgimento di alunni, insegnanti, genitori e risorse territoriali, con cui è stato possibile lavorare, realizzando, dopo un periodo di
formazione, una serie di prodotti finalizzati alla sensibilizzazione contro le dipendenze degli alunni più piccoli».

Al fine di fare il punto sui risultati ottenuti e dare la possibilità ai ragazzi delle diverse scuole di confrontarsi tra di loro, è stato pensato per il 30 aprile prossimo, un
momento di festa in cui programmare interventi promossi dagli stessi ragazzi e testimonianze di ragazzi ex tossicodipendenti, personaggi dello sport, della musica e dello spettacolo.

Saranno presenti, a Marina Grande di Bacoli alle ore 10.00, anche il Vescovo di Pozzuoli, il Direttore Generale dell’ASL NA 2, il Direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale, gli Assessori alle
Politiche Giovanili della Regione e della Provincia, nonché i rappresentanti delle Istituzioni locali.

Leggi Anche
Scrivi un commento