FREE REAL TIME DAILY NEWS

USA. Ucciso da un panino: uno spot contro McDonald’s

USA. Ucciso da un panino: uno spot contro McDonald’s

By Redazione

Negli Usa, arriva uno spot contro McDonald’s ed il cibo da fast food, che punta tutto su immagini esplicite e durezza del messaggio.

Il filmato, dal titolo “Conseguenze” (“Consequences”) inizia con le immagini di un uomo morto, disteso sul tavolo dell’obitorio. Vicino a lui ci sono una donna (probabilmente la moglie) ed un
medico, che cerca di confortarla. Poi, la telecamera ruota e fa vedere come il defunto stringa ancora tra le mani un hamburger, con i segni dell’ultimo, fatale, morso.

Le immagini spariscono ed al loro posto compare il simbolo di McDonald’s (“M” dorata in campo rosso) ed una parodia del suo motto, “i was lovin’it”.

Infine, una frase scritta consiglia l’alimentazione vegetariana mentre una voce narrante elenca i pericoli legati al consumo degli alimenti forniti dal colosso industriale in questione.

Lo spot è stato ideato da un’associazione di di medici di Washington, la Physicians Committee for Responsible Medicine (PCRM) è verrà trasmesso nelle TV d’oltreoceano a
partire da giovedì, quando andra in onda durante la puntata di “The Daily Show”. Lo scopo della PCRM è far riflettere sui pericoli dell’alimentazione da fast food (come l’eccesso
di grasso e sale) e sponsorizzare sistemi di nutrizione alternativi, come la dieta vegetariana.

Dal canto suo McDonald’s reputa lo spot “ingannevole e sleale” un’iniziativa “scandalosa dal punto di vista commerciale”. Il colosso del mangiar veloce confida comunque che i propri clienti
riescano a percepire l’iniziativa della PCRM come “Propagandistica”, e si augura che continuino ad adottare “Scelte alimentari e stili di vita giusti per loro”.

GUARDA lo spot

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: