Un motore per gli antiossidanti. Così la fibra protegge dal cancro

Un motore per gli antiossidanti. Così la fibra protegge dal cancro

Una molla per gli antiossidanti, capaci di potenziare al massimo il loro effetto benefico. E’ la fibra, capace di proteggere l’intestino e l’intero corpo dall’insorgenza del cancro.

A dirlo, una ricerca dell’Università del Queensland, diretta dalla dottoressa Anneline Payachee.

La dottoressa ed i suoi colleghi sono partiti da quanto accertato dalla scienza: gli antiossidanti sono elementi benefici, capaci di ridurre il rischio di malattie, in primis disturbi
degenerativi e cancro.

Tuttavia, spiegano gli scienziati, non tutti gli alimenti sono uguali: ad esempio, prodotti troppo raffinati dai processi industriali offrono antiossidanti incapaci di sopravvivere.

Al contrario, frutta e verdura sono capaci di proteggere la maggior parte degli antiossidanti, schermandoli dalla chimica dello stomaco e dell’intestino tenue e depositandoli nell’intestino
crasso. Lì, gli elementi sono in grado di esercitare la loro azione protettiva

Spiega la dottoressa : “Le cellule di frutta e verdura sono “aperte”, il che permette ai nutrienti di essere rilasciati quando [questi alimenti] si mangiano o si assumono come succhi o
frullati. In un inaspettato risvolto, ho scoperto che dopo essere stati rilasciati dalle cellule l’80% dei polifenoli antiossidanti disponibili si legano con la fibra dei vegetali con il minimo
rilascio durante le fasi di digestione dello stomaco e le piccole fasi intestinali”.

Più chiaramente, “La fibra è in grado di trasportare in modo sicuro ed efficace i polifenoli nel colon dove questi composti possono avere un effetto protettivo sulla salute del
colon quando vengono rilasciati durante la fermentazione della fibra vegetale dovuta ai batteri intestinali”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento