Un’ equazione matematica per difendere il feto

Un’ equazione matematica per difendere il feto

Usare un’ equazione per stabilire con precisione il volume della placenta, essenziale per il feto ma allo stesso tempo fonte di pericoli, per la salute sua e quella della madre.

A dirlo, gli scienziati della Yale University, con una ricerca pubblicata sull’ “American Journal of Perinatology”, per cui la matematica sarebbe utilissima durante la gravidanza.

Gli studiosi hanno ipotizzato un nesso tra grandezza di salute della placenta e quella del bambino, in quanto nella maggioranza dei casi una placenta di piccole dimensioni sia portatrice di
morte per il bambino.

A questo punto, diventa fondamentale stabilire le dimensioni della placenta. Il metodo degli ultrasuoni, il più utilizzato, non offre garanzie di precisione. Allora, sostengono i
ricercatori, la soluzione potrebbe essere rappresentata dal loro metodo. Il calcolo prevede di stimare la larghezza massima, l’altezza e lo spessore della placenta e da qui arrivare a formulare
il volume stimato (EPV). Si ritiene di poter stabilire questo volume nella misura dell’89%; per ottenere una misura ancora più precisa, è necessario stimare la placenta ” a
riposo”, cioè prima della gravidanza.

Con l’applicazione sistematica di questa formula, gli studiosi di Yale si augurano che la percentuale di sopravvivenza di madre e figli possa aumentare nettamente.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento