Un eccesso di polifenoli ostacola l’assorbimento di ferro

Un eccesso di polifenoli ostacola l’assorbimento di ferro

I polifenoli sono generalmente sostanze utili, in grado di aiutare l’organismo nella lotta e nella prevenzione di tumori, malattie cardiache, problemi di densità ossea ed altri disturbi.
Se però assunti in eccesso, i polifenoli diventano primi responsabili della difficoltà di assunzione di ferro.

A dirlo, una ricerca della Penn State University (Usa), diretta dal dottor Okhee Han e pubblicata sul “Journal of Nutrition”.

Pur ammettendo la generale utilità delle sostanze in questione, il dottor Han fa notare come “Finora, non tutti hanno pensato che i polifenoli possano influenzare l’assorbimento dei
nutrienti”.

Per rimediare gli scienziati hanno osservato in laboratorio l’effetto dell’assunzione di succo d’uva e epigallocatechina-3-gallato (EGCG, presente nel tè verde) su cellule intestinali in
grado di assorbire nutrienti. L’equipe della Penn ha così notato come i polifenoli si legavano al ferro presente nelle cellule intestinali, formando un composto non trasportabile e non
in grado di entrare nel flusso sanguigno e perciò direttamente eliminato tramite feci.

I polifenoli sono così in grado di intralciare l’assorbimento di ferro, necessario per il trasporto dell’ossigeno ed altre funzioni cellulari.

Sulla base di tali dati, il dottor Han consiglia agli individui con carenza di minerale di non assumere dosi rilevanti di alimenti coi polifenoli in questione. Infatti, “La carenza di ferro
è la carenza più diffusa di nutrienti nel mondo, soprattutto nei paesi in via di sviluppo dove le carni non sono abbondanti. Le persone ad alto rischio di sviluppare carenza di
ferro, come le donne incinte e bambini piccoli, devono essere consapevoli dei polifenoli che consumano”.

Fonte: Qianyi Ma, Eun-Young Kim, and Okhee Han, “Bioactive Dietary Polyphenols Decrease Heme Iron Absorption by Decreasing Basolateral Iron Release in Human Intestinal Caco-2 Cells”, J.
Nutr., Jun 2010; 140: 1117 – 1121. doi:10.3945/jn.109.117499

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento