Umbria: Olio, Torna “Olio d'Autore” la festa dell'extravergine di alta qualità

Perugia – Torna anche in Umbria “Olio d’autore”: fine settimana con la festa dell’olio extra vergine di oliva di qualità. In dieci frantoi selezionati dall’Aprol di
Perugia i consumatori potranno scoprire tutti i segreti dell’olio extra vergine di oliva a denominazione di origine protetta. Coinvolti 200 frantoi in tutta Italia in zone Dop/Igp.

La manifestazione si svolge in coincidenza alla settima edizione di “Pane e olio in frantoio” ed è organizzata dall’Associazione nazionale Città dell’olio. Una sorta di
viaggio tra i mille sapori dell’oliveto italiano che quest’anno, secondo le previsioni Ismea, realizzate con la collaborazione di Unaprol e delle altre unioni dei produttori presenta
una produzione a cinque stelle per qualità, in aumento di circa il 10% rispetto alla scorsa annata a livello nazionale e del 30% nella sola Umbria.

Sarà quindi una vera e propria festa – è detto in una nota dei promotori – dedicata a tutti quei consumatori che vorranno conoscere più da vicino il concetto di
garanzia alimentare, le tradizioni e la storia legate al territorio. In Umbria si trovano quasi 7 milioni di piante di olivo che coprono oltre 27.000 ettari e permettono di produrre
mediamente circa 90.000 quintali di olio l’anno. Gli olivi sono per la maggior parte di varietà Moraiolo, Leccino, Frantoio, con presenze in particolari areali della regione, di
Agogia, Pendolino, San Felice e Nostrale di Rigali. La Dop dell’olio extravergine di oliva umbro, istituita nel 1997, è l’unica denominazione italiana estesa all’intero
territorio regionale, che è stato suddiviso in cinque sottozone (Colli Assisi-Spoleto, Colli Martani, Colli del Trasimeno, Colli Amerini e Colli Orvietani).

Ansa.it per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento