Tumori, la cattiva alimentazione danneggia come il fumo

Tumori, la cattiva alimentazione danneggia come il fumo

Il fumo favorisce la comparsa dei tumori: il messaggio ha raggiunto il pubblico, che prende le giuste precauzioni. Tuttavia, la cattiva alimentazione è altrettanto pericolosa ma, in
questo caso, il pericolo viene preso sottogamba.

Questo il messaggio di un meeting tra oncologici, riunitisi in in occasione della presentazione della proposta di pasti personalizzati per pazienti oncologici della Swiss Medical Food.

Tra i presenti, il dottor Umberto Tirelli, del dipartimento di Oncologia medica dell’Istituto Tumori di Aviano, che mette in luce una differenza significativa. Le persone sanno il cancro viene
alimentato da alcuni comportamenti: obesità, fumo, abuso di alcolici e poco sport, tuttavia ” Si conosce la teoria di cosa è giusto mangiare ma non la pratica”.

Il peso della buona alimentazione è preso in considerazione anche dal dottor Paolo Bellingeri, esperto di nutrizione nel paziente oncologico, che ritiene come una quota delle morti per
cancro (22-42%) sia evitabile tramite alimentazione curata. Più specificatamente, “Un’alimentazione ricca di frutta e verdura infatti eviterebbe nel 20-33% dei casi un tumore al polmone;
66-75% un carcinoma gastrico; 33-50% un carcinoma mammario; 66-75% un tumore del colon e del retto; 33-50% un tumore della bocca e della gola; 33-66% un tumore del fegato; 50-75% un carcinoma
all’esofago”.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento