Troppe calorie favoriscono le malattie autoimmuni

Troppe calorie favoriscono le malattie autoimmuni

Ennesimo problema legato all’eccesso di calorie. Oltre al resto, tale situazione è in grado di far salire il rischio di malattie autoimmuni.

Questo il dato che emerge da una ricerca dello Ieos-Cnr (Laboratorio di immunologia) e dell’Università Federico II di Napoli e dalle Università americane di Yale e Los Angeles,
diretta dal dottor Giuseppe Matarese e prossimamente pubblicata su “Immunology”. La ricerca è stata finanziata dalla Comunità Europea (tramite European Research Council Starting
Grant), Telethon e la Juvenile Diabetes Research Foundation Americana.

La squadra di Matarese si è concentrata su mTor (sigla per mammalian target of rapamycin), fattore delle cellule con il compito di controllare la recezione dei nutrienti e dei livelli
energetici intracellulari. Mtor è molto evidente nei “T regolatori”, gruppo di linfociti cruciali per la difesa dell’organismo contro le malattie autoimmuni ed infiammatorie. Il lavoro
degli esperti ha mostrato come mTor controlli le fluttuazioni dei linfociti protettivi, modificando nel tempo la propria azione.

Tale sistema dinamico è essenziale per sia per la crescita dei linfociti, nell’organismo come al di fuori, in quanto osservato anche in colture di laboratorio. Più importante, gli
scienziati ritengono che il blocco di tale sistema dinamico potrebbe generare un un cattivo funzionamento di mTor e di conseguenza una riduzione nel numero di tali linfociti, predisponendo alla
patogenesi delle malattie autoimmunitarie. A sostegno della tesi, i ricercatori fanno notare come malattie autoimmuni come la sclerosi multipla ed il diabete giovanile presentano livelli ed
attività ridotte dei “T regolatori”.

Gli esperti si spingono più in là, sostenendo come nelle società industrializzate proprio l’eccesso di calorie è tra le prime cause del diffondersi delle patologie
in questione.

Conclude Matarese: “L’eccesso calorico e nutrizionale può determinare l’attivazione costantemente alta di mTor opponendosi alle sue oscillazioni: questo spiegherebbe almeno in parte
perché, dove esiste una presenza di sovrappeso e obesità, una cronica stimolazione di mTor dovuta all’eccesso calorico e nutrizionale porti al malfunzionamento e alla riduzione
dei linfociti T regolatori e a una conseguente maggiore predisposizione alle malattie infiammatori croniche ed autoimmunitarie”

FONTE: “L’eccesso calorico predispone alle malattie autoimmunitarie”, CNR News 15/02/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento