Trieste: Domanda di riconoscimento della DOC interregionale del Prosecco

Trieste: Domanda di riconoscimento della DOC interregionale del Prosecco

Trieste – Il 14 marzo, si terrà a Oderzo (TV) l’audizione pubblica del Comitato nazionale tutela vini Doc e Igt proprio sulla richiesta di riconoscimento della denominazione di
origine controllata interregionale del “Prosecco”.

L’assessore regionale all’agricoltura del Friuli Venezia Giulia Claudio Violino – mette in evidenza Gabrovec – ha già affermato pubblicamente l’intenzione di creare un DOC “Prosecco”
interregionale che, sfruttando il nome del territorio di origine, protegga a livello internazionale il prodotto di un vitigno oggi presente soprattutto in Veneto.

Il territorio di origine di questo vino è la piccola località Prosek-Prosecco situata sul ciglione carsico in provincia di Trieste. I produttori locali hanno già assicurato
il proprio appoggio all’elevazione del “Prosecco” a Vino di qualità prodotto in regioni determinate (VQPRD), che porterà indubbi benefici ai grandi produttori del Veneto e del
Friuli, ma hanno richiesto al contempo, in primis alla Regione, un impegno chiaro e concreto che porti a sostenere il progetto di recupero dei terreni agricoli dell’intero ciglione carsico e a
ridimensionare i vincoli preesistenti e quelli nuovi prodotti dalla creazione delle Zone di protezione speciale e dei Siti di importanza comunitaria.

Il consigliere Gabrovec, esponente della Slovenska skupnost, fa rilevare inoltre che la Giunta regionale del Piemonte è stata impegnata con un ordine del giorno a chiedere al ministero
dell’Agricoltura a al Comitato nazionale vini di bloccare la richiesta congiunta di Veneto e FVG per il vino Prosecco che si produce in queste due regioni.

Con l’interrogazione Gabrovec vuol conoscere gli intendimenti della Giunta e le iniziative che intende assumere per arrivare in tempi brevi alla conclusione dell’iter previsto per il
riconoscimento della denominazione interregionale DOC “Prosecco”, che non può in alcun caso prescindere dal rispetto delle legittime richieste e aspettative dei produttori delle
località di origine del vitigno in provincia di Trieste.

Leggi Anche
Scrivi un commento