Treviso, arriva la birra allo spritz

Treviso, arriva la birra allo spritz

Treviso, cuore del Veneto, è il tempio dello spritz, fino ad oggi limitato al vino.

Tuttavia, le cose sono cambiate, e la città può offrire lo spritz con la birra alla spina. Questa l’invenzione di Marco Segatto, 48 anni, perito meccanico di Visnadello e Gianluca
Marcassa, 45 anni, impiegato in una ditta di logistica.

Dopo mesi di teoria e di esperimenti pratici, ecco Spritzder, macchina apposita: cinque chili, colore neutro, molte zone trasparenze. All’interno, i meccanismi per i due spritz, quello classico
(Aperol, Prosecco ed acqua gasata) e quello innovativo, la birra alla spina in due posizioni.

Segatto e Marcassa hanno messo alla prova Spritz nei locali della città, ottenendo successo ed un primo passaparola.

Allora, adesso il momento più difficile: scegliere la strategia giusta per diffondere la macchina sulle orme dello spritz, nato nel Veneto profondo ma ormai comune in tutta Europa.

La prima opzione è “Entrare in contatto con i marchi del settore… questa macchina potrebbe avere davvero un dimensione internazionale, visto il successo dello spritz”. Oppure, creare
“Un un distributore che ci garantisca almeno una rete nazionale crediamo nella nostra creazione, magari un aiuto ci arriverà dalla rete, dove abbiamo lanciato il logo e un gruppo
Facebook”.

Comunque sia, i lavori sono in corso, anche sul web: è già presente un gruppo su Facebook e presto anche il sito www.spritz-zone.com.


NOTA: l’immagine dell’articolo proviene da mattinopadova.it

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento