Torna Are@ per con un ciclo di trasmissioni televisive

Biella – Sei trasmissioni televisive per raccontare la gioventù biellese, come i ragazzi interpretano la realtà, i rapporti tra loro e con gli adulti, è la nuova
iniziativa di Are@per, il progetto della Provincia che punta ad avvicinare le istituzioni ai giovani e viceversa.

La prima puntata andrà in onda su Telebiella giovedì 15 maggio alle 21, con una proiezione in anteprima aperta al pubblico mercoledì 14 maggio alle 18 nella sala Becchia
della Provincia.

Giunto al terzo anno, il progetto è stato presentato oggi in una conferenza stampa nella sala Caselli della Provincia dall’assessore alle politiche sociali Flavio Como. Con lui
Gianfilippo Caligaris, che sarà anche il presentatore delle trasmissioni, e Iacopo Lunardi, entrambi della cooperativa Mercato dei sogni.

Are@per è nato intorno al Tavolo delle politiche giovanili della Provincia, un luogo di confronto fra enti, associazioni e scuole dove si raccolgono idee e proposte che sappiano
stimolare la partecipazione attiva dei giovani alla vita della comunità. Ma anche prevenire un disagio talvolta nascosto rendendo i ragazzi protagonisti della loro vita e di quella della
società.

Como ha sottolineato «l’importanza dello scambio intergenerazionale come fattore educativo e di crescita dell’individuo. La partecipazione attiva è una delle priorità nelle
strategie della nostra amministrazione in materia di politiche giovanili, e questa nuova edizione di Are@per lancia un chiaro messaggio: i ragazzi sanno comunicare in modo efficace sentimenti,
valori, ideali, bisogni e conflitti e sanno proporsi come protagonisti sensibili e responsabili dei progetti che riguardano il loro futuro e quello della società in cui vivono».

Il progetto si propone insomma come «un percorso di effettiva promozione di cittadinanza consapevole e responsabile, coerente con le linee di indirizzo che ispirano le nostre scelte di
programma di sviluppo sociale», ha concluso Como.

Il format scelto dai 120 ragazzi che in varia misura, dallo scorso settembre all’aprile di quest’anno, hanno collaborato con lo staff di educatori, psicologi e animatori di Are@per è
quello del talk show. Ogni puntata durerà 35 minuti e sarà incentrata su temi scelti dai ragazzi.

«L’approccio – ha detto Caligaris – è quello di affrontare gli argomenti da prospettive differenti, rigorosamente aperte alle opinioni di tutti, con l’obiettivo di scoprire nelle
verità altrui una nuova dimensione della discussione. Non si tratta solo di dare ai ragazzi la possibilità di esprimersi, che pure è fondamentale, ma anche di utilizzare un
mezzo influente come la televisione per aprire il nostro dialogo anche al di fuori».

Ogni tema (gite scolastiche, trasgressione, bisogni dei giovani, modelli giovanili, combattiamo la mafia, Giornata dell’arte) sarà dunque «lo spunto per spostare la discussione
sempre più in avanti. Un metodo, e un progetto, che ci piacerebbe allargare anche alla dimensione didattica», ha poi aggiunto Caligaris. E alle scuole, in particolare «ai 3
insegnanti che hanno seguito il progetto più da vicino, rivolgo un sentito ringraziamento», ha detto ancora Como.

Ad Are@per partecipano, tra gli altri, il liceo Scientifico Avogadro, l’Iti Quintino Sella», il Bona, l’istituto Santa Caterina», i geometri, l’istituto Pietro Sella di Mosso, i
Comuni di Biella, Cossato, Candelo, Portula, Salussola, la Comunità montana Valle Sessera, il consorzio Iris, la Pastorale giovanile, le associazioni Alpi Tv, Obiettivo laurea,
Alternativa studentesca, La Carovana, Verso l’A.gio, la Compagnia del Baule. Oltre naturalmente alla provincia e al Mercato dei sogni.

Leggi Anche
Scrivi un commento