Torino: definite le priorità di accesso al servizio taxi per i disabili

Torino – Con la deliberazione 2008/00335/119, approvata stamani e proposta dagli Assessori Borgione e Sestero, la Giunta Comunale ha definito criteri di priorità tra le
persone diversamente abili che hanno chiesto di usufruire del servizio di trasporto taxi, il regolamento attuale non prevede né una graduatoria né altri criteri per definire
l’ordine di accesso tra coloro che, con l’assenso della commissione medica, hanno presentato la domanda: unico criterio possibile l’ordine cronologico, a prescindere dalla gravità dei
casi.

Anticipando il nuovo regolamento (in fase di predisposizione) le priorità di accesso definite dalla Giunta vedono al primo posto i minori, e successivamente nell’ordine le persone in
condizioni di salute particolarmente gravi e che necessitano di interventi urgenti, coloro che hanno bisogno dell’utilizzo di mezzi appositamente attrezzati, persone inserite in attività
lavorative, i casi formalmente segnalati dal centro di recupero funzionale ed i beneficiari di borse di studio o le persone inserite in percorsi di formazione professionale (solo per la durata
della borsa di studio o del corso di formazione) che non usufruiscano già in altro modo del servizio. All’interno di queste categorie sarà seguito l’ordine cronologico di
presentazione delle domande, e le stesse priorità saranno utilizzate per le richieste di aumento delle corse di coloro che già usufruiscono del servizio taxi.

In questo modo e con queste priorità, nell’ambito del budget consentito dal bilancio e tenendo conto dell’attenzione dedicata dalla giunta a tutto l’insieme di misure per la
mobilità delle persone diversamente abili, sarà possibile inserire nel servizio di trasporto dedicato 150 persone.

Leggi Anche
Scrivi un commento