Telefonia. Metodi commerciali truffaldini per rifilare i prodotti: è possibile denunciare

Telefonia. Metodi commerciali truffaldini per rifilare i prodotti: è possibile denunciare

Il mercato telefonico è una giungla! In generale il comportamento dei gestori telefonici solo eufemisticamente può essere definito scorretto, perchè nella quotidianità
è truffaldino. E non c’è mai fine alle sorprese. Quello che sta accadendo in molte città italiane è grave ed illegale: segnalazioni ci arrivano da Lecce, Napoli,
Palermo, Roma, Firenze, Bologna, Padova, Milano, Torino, etc.. cioè un po’ da tutta Italia.

Gli incaricati di questi gestori girano tra i palazzi della città cercando di concludere contratti e lo fanno in modo molto discutibile dal punto di vista commerciale e del codice penale.
Questi venditori, soprattutto nelle ore centrali della mattina quando in casa abitualmente ci sono solo anziani e casalinghe (soggetti tendenzialmente meno allertati contro le truffe), suonano al
citofono condominiale e al classico “Chi è?” rispondono con il ben più classico “posta!”.

Un artificio che gli permette di entrare negli edifici e di girare piano per piano, porta per porta. Giunti sull’uscio dell’abitazione, dopo aver suonato ed ottenuto risposta, la domanda cambia
ed il malcapitato di turno si sente dire: “Signore ma lei lo paga ancora il canone Telecom?”. Un comportamento inqualificabilmente grave! L’art. 614 del codice penale punisce la violazione di
domicilio con la reclusione fino a tre anni, anche quando ci si introduce con l’inganno nell’abitazione altrui, o in un altro luogo di privata dimora, o nelle appartenenze di essi.

In sostanza chiunque subisce un simile raggiro può senza dubbio chiamare la polizia per sporgere querela, anche contro ignoti laddove non si riesca a identificare il venditore. Il fatto
che sia un fenomeno diffuso ci fa credere che non siano iniziative dei singoli venditori, ma strategia commerciale pianificata. Noi intanto denunciamo il fenomeno perchè ognuno stia
attento e sappia che comportamenti del genere sono lesivi dei propri diritti, e invitiamo chiunque a segnalare e denunciare alle autorità di polizia la presenza di queste persone che
illegalmente si introducono nei loro condomini e nelle loro abitazioni.

Leggi Anche
Scrivi un commento