Pioneer: l’ibrido di mais resistente alla siccità sul mercato Usa dal 2010

Pioneer: l’ibrido di mais resistente alla siccità sul mercato Usa dal 2010

Roma – Pioneer Hi-Bred  ha in programma di commercializzare nel 2010 in Nord America i primi ibridi resistenti alla siccità (drought tolerant corn hybrids). Lo rende noto la stessa azienda. In attesa dei dati produttivi della campagna 2009, Pioneer ha confermato che sulla base delle prove degli ultimi 3 anni ci si attende che questi prodotti offrano un miglioramento delle rese del 5-10%, rispetto ai migliori ibridi convenzionali attualmente disponibili.

I mais ibridi

Questi nuovi ibridi, secondo un comunicato dell’azienda, possiedono geni “nativi” di tolleranza alla siccità, cioé geni già presenti in natura in alcune varietà di mais. I caratteri di tolleranza alla siccità sono stati identificati con la tecnica della Selezione Assistita da Marcatori Molecolari (MAS) e introdotti nei genotipi e nelle linee Pioneer impiegando la tecnologia esclusiva Pioneer AYT(tm) (Accelerated Yield Technology).  Essendo prodotti ottenuti con tecniche di selezione non transgeniche, questi prodotti, sempre secondo l’azienda, potranno essere commercializzati ed esportati anche fuori dagli USA.

Nel primo anno, gli ibridi Drought I saranno proposti nelle zone più aride o con limitate disponibilità idriche della cosiddetta “Western Corn Belt” degli Stati Uniti. Pioneer sta lavorando anche agli ibridi di mais della serie Drought II, nei quali verranno combinati sia caratteri genetici nativi di tolleranza alla siccità, sia transgeni che consentano di raggiungere rese maggiori in ogni ambiente.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento