Stress, un’ora in più di sonno il fine settimana ricarica il cervello

Stress, un’ora in più di sonno il fine settimana ricarica il cervello

Il riposo del fine settimana non è un lusso, ma un modo per tenere in forma il cervello. L’ora in più tra le lenzuola, tipica del week-end, ricarica le batterie mentali,
compensando le fatiche del lavoro.

Questo il messaggio di una ricerca dell’Università della Pennsylvania (USA), diretta dal professor David Dinges e pubblicata su “Sleep”.

Il team del professor Dinges ha condotto un esperimento di privazione del sonno su 159 adulti, età media 30 anni.

Per le prime 2 notti i volontari hanno riposato 10 ore, poi sono stati divisi in 2 gruppi. Il primo gruppo (142 soggetti) è stato limitato a 4 ore di riposo (dalle 4 alle 8 di mattino)
per 5 giorni. Il secondo gruppo (17 persone) ha continuato con le 10 ore di riposo. Tutti gli individui hanno eseguito dei test, 30 minuti l’uno, ogni due ore durate il periodo di veglia.

I risultati di tali prove hanno mostrato come i soggetti del primo gruppo evidenziassero una minore capacità di attenzione e tempi di reazione peggiore rispetto ai colleghi del secondo.

Allora, per il capo-ricercatore ciò prova l’importanza di chiudere la settimana con un periodo bonus di sonno, per rilassarsi ed eliminare lo stress accumulato.

Infatti, conclude Dinges, “L’ulteriore ora o due di sonno al mattino dopo un periodo di cronica perdita di sonno ha un reale vantaggio per il recupero nella vigilanza e nel comportamento”.

Fonte: Banks S; Van Dongen HPA; Maislin G; Dinges DF. Neurobehavioral dynamics following chronic sleep restriction: dose-response effects of one night for recovery. SLEEP
2010;33(8):1013-1026.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento