FREE REAL TIME DAILY NEWS

Sperlari, torroni e non solo!

Sperlari, torroni e non solo!

By Tiziana

“Non è Natale se non fai una passeggiata in Duomo. Non c’è Natale senza Sperlari!”. Simpatico slogan che tappezza le mura della stazione Duomo della Metropolitana – con accesso ai piedi del suggestivo monumento meneghino -, di una delle intramontabili eccellenze italiane, visto che Sperlari può sciorinare 183 anni di storia. Lo slogan è un invito a scoprire cioccolatini, torroni, torroncini e mostarda che Sperlari produce nel suo stabilimento di Cremona.

Ma, in occasione della “Befana”, torroni e torroncini sono sicuramente i più richiesti dai ragazzi che la mattina dell’Epifania non vedono l’ora di aprire la tradizionale calza per deliziarsi di tanta bontà, con la sorpresa dell’ultima novità, il torrone tenero con pistacchio che, secondo chi lo ha assaggiato in anteprima, è uno scrigno di profumi, colori e sapori, grazie all’incontro del morbido torrone con ben il 30% di pistacchi, una percentuale davvero ragguardevole.

E, adesso, anche il cioccolato Sperlari incontra la croccantezza dei pistacchi, in particolare con Zanzibar, gianduia con pistacchi pralinati, una delizia dal sapore unico. Per completare la nuova gamma, non potevano mancare i Morbidelli con pistacchi e mandorle. Tutto questo richiamato dallo slogan che campeggia in Metropolitana, nella stazione con accesso di fronte alla magnifica facciata del maestoso monumento religioso che attira milioni di turisti.

Non tutti, però, sanno che l’ambasciatrice delle eccellenze di Cremona, ha portato l’anima della sua città non solo nello spazio più ampio e più frequentato di una delle piazze più famose del mondo, appunto quella del Duomo di Milano; ma, anche, alle spalle del magnifico monumento ambrosiano, allestendovi uffici anche a Milano, praticamente l’anima commerciale dell’Azienda per il mercato italiano ed i mercati esteri, beneficiando del ruolo centrale che il capoluogo lombardo riveste nell’economia italiana e internazionale. Questi nuovi uffici affiancano la sede storica di Cremona, città che ha visto Sperlari nascere e diventare una delle principali realtà dolciarie del panorama mondiale e diventare anche ambasciatrice della cultura cremonese nel mondo.

Lo sbarco nel cuore di Milano rappresenta un passo importante nel nostro progetto di rilancio di Sperlari in Italia e nel mondo – dice Piergiorgio Burei, CEO di Sperlari -. Abbiamo disegnato e realizzato gli uffici dove ci piacerebbe lavorare: aperti, luminosi, funzionali ma anche ricchi di aree accoglienti per stare e lavorare insieme. Il tutto con l’impronta unica di Sperlari: il rosso Sperlari, il legame con Cremona, i nostri prodotti e la storia di 183 anni di questa Azienda. La scelta di Milano rafforza naturalmente la proiezione internazionale dell’azienda e la nostra determinazione nel continuare a crescere nei mercati di tutto il mondo”.

Ad “accogliere” lo sbarco a Milano di Sperlari è stato il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, sottolineando che ”Milano non può che essere onorata di ospitare i nuovi uffici di Sperlari, un’azienda storica che con i suoi prodotti e il suo marchio ha contribuito a far conoscere e apprezzare l’Italia nel Mondo. Sono certo che nella nostra città Sperlari troverà suggestioni e suggerimenti per presentarsi con rinnovato entusiasmo sul mercato internazionale”.

E, aggiunge il sindaco di Cremona, Gianluca Galimberti “Questa scelta dice che Cremona è sempre più forte nel comparto agroalimentare grazie ad imprese che investono! Grazie a Sperlari per il lavoro che sta facendo anche per il paese. È tutto il nostro sistema collegato al polo del dolce e alle filiere di trasformazione ad essere sempre più forte. Il legame con Milano è per noi vitale. La presenza del Sindaco Sala testimonia che la direzione intrapresa di sinergia con una città straordinaria come Milano è importantissima.

La sede milanese di Sperlari è stata concepita secondo i più moderni standard organizzativi, con open space, sale riunioni modulabili, un’area ristoro e ritrovo per sentirsi come a casa, a Cremona così come a Milano. Questa è l’origine del concept progettuale ideato da Il Prisma per la nuova sede Sperlari. Poi ci sono le grafiche create da Publicis Groupe che ripercorrono la storia dell’azienda, valorizzando gli elementi iconici che nel corso di 183 anni di storia l’hanno contraddistinta sul mercato e resa cara a tutti i suoi consumatori, e raccontano il legame indissolubile con la città di Cremona attraverso la riproposizione dei suoi edifici simbolo.

Gli elementi grafici attingono all’heritage aziendale e narrano l’evoluzione del brand da laboratorio tradizionale di pasticceria a conduzione familiare a marchio internazionale che non dimentica le proprie radici e anzi, su queste costruisce il proprio futuro, come testimoniano i valori aziendali, vero e proprio dna del brand, che
caratterizzano l’area di ingresso agli uffici. Un concept funzionale, che sa di Cremona, a partire dal rimando dei portici del suo Duomo rievocati da un’arcata di color rosso Sperlari, che delimita l’Agile Area disegnata come una piazza.

L’esperienza all’interno degli spazi inizia da un percorso che racconta la storia di Sperlari, con una linea del tempo che ripercorre i momenti salienti del brand. Elementi iconici del brand popolano i vari ambienti, caratterizzando anche le Meeting Room tematiche, Galatine e Dietorelle, la prima più informale, la seconda più smart e colorata. Gli arredi riprendono lo stile dello storico negozio cremonese, un po’ vintage, con dettagli in legno massello e poltrone in cuoio, tutti concepiti per riconfigurare gli ambienti, da postazioni.

di Maria Michele Pizzillo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: