Specialità alimentari, Coldiretti: quasi 4700, spinta per il turismo

Specialità alimentari, Coldiretti: quasi 4700, spinta per il turismo

Numeri impressionanti: 4698 specialità alimentari, capaci di attirare turisti sull’intero territorio italiano e di dare benzina al motore economico dell’intera nazione.

E’ il dato principale di un’indagine Coldiretti, che ha recensito i prodotti agroalimentari regionali, usando come base la Gazzetta Ufficiale. Nel 2000, anno d’inizio della catalogazione, erano
la metà di quelli attuali, secondo Coldiretti “Sotto la spinta della forte crescita del turismo enogastronomico”.

Infatti, turismo e voglia di buon cibo vanno di pari passo: secondo Coldiretti, il cibo è al primo posto (35% degli intervistati), più importante di musei e mostre, (29%),
shopping (16%), ricerca di nuove amicizie (12%), sport (6%) e gioco d’azzardo (2 %).

Questo desiderio si concretizza con un sistema di 24 miliardi di Euro, spesi in ristoranti, pizzerie, trattorie ed agriturismi ma anche per acquistare prodotti tipici in loco, ad es: frantoi ed
agriturismi.

Da un punto di vista regionale, il podio delle specialità vede Toscana (463), poi Campania (387) e Lazio (384). Seguono Veneto (371), Piemonte (341), Emilia Romagna (307) e Liguria
(295).

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento