SICILIA L’Isola del Gusto, stand siciliano allo Slow Fish di Genova

L’inaugurazione dell’Isola del gusto, lo stand siciliano allo Slow Fish di Genova, è stata un successo. Grande la partecipazione anche da parte delle autorità e delle istituzioni della Regione Liguria. “Del resto – ha commentato l’Assessore Regionale alle Risorse Agricole e Forestali, Elio D’Antrassi – Slow Fish è un salone di idee e proposte, non una mera fiera. Il nostro auspicio è dunque quello che eventi come questi siano da stimolo e nello stesso tempo portino ad atti concreti per salvare la pesca del Mediterraneo. In Sicilia in particolare – prosegue l’Assessore D’Antrassi – abbiamo perso ben quattromila e 500 posti in soli tre anni”. Presente anche l’Assessore alle Politiche agricole e alla pesca della Provincia di Catania, Giovanni Bulla: “Il nostro obiettivo – ha detto l’Assessore Bulla – è incentivare il consumo del pesce azzurro per rilanciare il comparto e restituire dignità lavorativa a coloro che operano nel settore. Una fonte d’economia che attraversa da qualche hanno un calo di consumi in ambito nazionale, registrato da ImpresaPesca Coldiretti. L’intervento della Provincia punta a invertire questo trend negativo attraverso la divulgazione delle proprietà nutrizionali dei prodotti ittici del Mediterraneo e in particolare del pesce azzurro ricco di Omega 3 e vitamine utili a combattere problemi cardiocircolatori e il colesterolo”. In quest’ottica l’inaugurazione dell’Isola del gusto al Salone del pesce sostenibile, che si protrarrà sino a lunedì 30 maggio, è stata l’occasione per presentare il progetto riguardante il gambero del canale di Sicilia. A presentarlo in anteprima è stato Giovanni Tumbiolo, presidente del Distretto della pesca di Mazara del Vallo. “Dar vita ad un disciplinare del gambero del canale di Sicilia, riferito sia al gambero rosso, bianco e grigio, – ha detto Tumbiolo – significa dare un’identità al pescato della nostra Isola e tutelare il consumatore. Si tratta di un disciplinare molto rigoroso che riguarda tutte le entità coinvolte nella filiera”. Il gambero del canale di Sicilia è stato dunque il ‘protagonista’ dell’inaugurazione dello stand in tutti i sensi. Grazie ai piatti preparati dallo chef Natale Giunta chi ha partecipato ha potuto apprezzarne le qualità organolettiche esaltate dalla cucina di uno degli chef più importanti e noti dell’Isola. Assieme ad altri piatti a base di pesce, Giunta ha servito il gambero del canale di Sicilia in pasta kataif con confettura di cipolla rossa di Giarratana. La manifestazione, all’interno dell’Isola del gusto, proseguirà con laboratori e degustazioni. Attività tutte realizzate in collaborazione con Slow Food Sicilia. Stagionalità del pescato, metodi e tecniche di pesca nel mari siciliani (ci sarà ad esempio il nassarolo Pippo Arena che mostrerà al pubblico i metodi tradizionali di creazione delle nasse), eccellenze del pescato siciliano, rivalutazione delle specie neglette (ad esempio, vope, triglie, etc), metodi di conservazione del pescato con focus sul prodotto ittico surgelato appena pescato, “mangiamoli giusti” ovvero imparare a conoscere i pesci secondo la taglia/misura corretta. Queste sono solo alcune delle tematiche degli incontri. Lo stand prevede infine spazi espositivi per i 14 produttori siciliani che hanno aderito all’evento. Di seguito le aziende partecipanti: Agripantel, Balistreri Girolamo&C, Bluemar Sciacca, Di Caro Pasquale, Ditta Sebastiano Drago, Il Principe-Le Delizie del capo, Scalia Benedetto, Villa reale-Licata food, Nino Castiglione, Ancora, Ittico conserviero Sciacca, Carlino srl, Tammaro di Favignana, Tre Torri di Favignana.

Leggi Anche
Scrivi un commento