Sette week-end, sette momenti di gusto. Asti ed il Festival delle Sagre Invernali

Sette week-end, sette momenti di gusto. Asti ed il Festival delle Sagre Invernali

Asti dà il benvenuto ad un gradito di ritorno. Dal 17 febbraio al 1 aprile, la città è il centro del Festival delle Sagre Invernali,  in nome
dell’enogastronomia e la cucina locale.

Sede della manifestazione l’Enofila di Corso Cavallotti, dove le 30 Pro Loco cucineranno ed offriranno i piatti della tradizione astigiana. Orario d’apertura, venerdì e sabato (19-23) e
domenica (12-15). A riguardo, gli organizzatori hanno reso noto come l’orario di domenica è volutamente circoscritto per spingere i visitatori a godere del centro cittadino e dei vicini
centri commerciali.

Turismo a parte, il Festival vanta alimenti di qualità a prezzo contenuto.

In particolare, gli antipasti arrivano dalle locali associazioni: Confcooperative, Confcommercio-Ascom Asti, Confagricoltura, Coldiretti, Confederazione Italiana Agricoltura, CNA. Senza
dimenticare il vino delle Cantine Sociale e la presenza di produttori singoli.

Riguardo il denaro, un pasto dall’antipasto dolce e bicchiere di vino costa meno di venti Euro, mente i piatti singoli non superano i 4 Euro ed il bicchieri di vino si ferma ad 1
euro.

Inoltre, per l’occasione, l’Enoteca aprirà la sezione con i vini premiati alla Douja d’Or. E, in uno dei due padiglioni adibiti a mega ristorante, al piano superiore collegato dalla
scala mobile, funzionerà uno schermo che proietterà filmati sull’Astigiano e le sue migliori prerogative turistiche.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento