Servizio civile volontario: riconoscimento del periodo per la pensione

L’Inps ha reso noto che il periodo di servizio civile può essere riconosciuto valido per il trattamento previdenziale del settore pubblico e privato nei limiti e con le modalità
con le quali la legge riconosce il servizio militare obbligatorio.

Con il messaggio n. 25493 del 22 ottobre, infatti, l’Istituto ha risposto ai quesiti pervenuti per conoscere le modalità di accredito dei periodi di Servizio Civile Volontario.
L’Inps, dunque, ha ricordato che la disciplina del Servizio Civile Nazionale è stata prorogata al 1° gennaio 2005 e successivamente al 1° gennaio 2006 e che dal 1 gennaio 2005 il
servizio civile è prestato su base esclusivamente volontaria, poiché è stato abolito il servizio militare obbligatorio.
Il riconoscimento è effettuato con modalità diverse in relazione alla collocazione temporale del servizio prestato. Per i periodi di servizio successivi al 1° gennaio 2006,
l’obbligo dei versamenti contributivi è a totale carico del Fondo Nazionale per il Servizio Civile, per cui il riconoscimento avviene con la costituzione di una posizione assicurativa
(legge 322/1958). Per i periodi precedenti, invece, il servizio civile è accreditato come contribuzione figurativa, nei limiti e con le modalità previste per il servizio di
leva.

Inps, messaggio n. 25493 del 22 ottobre 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Leggi Anche
Scrivi un commento