Se i cuochi sono adolescenti c’è meno igiene ai fornelli

Se i cuochi sono adolescenti c’è meno igiene ai fornelli

Quando si mangiano piatti preparati da uno chef adolescente, attenzione: l’igiene è spesso trascurata.
Il monito arriva da una ricerca dell’Università del Kansas pubblicata dal “British Food Journal”.

Gli studiosi americani hanno lavorato con 40 cuochi volontari, 20 novizi in giovane età e 20 veterani: a tutti è stato chiesto di cucinare cibi crudi e surgelati. Analizzando le
videoregistrazioni delle performance, gli scienziati hanno notato come quasi nessun ragazzo usava acqua e sapone dopo aver toccato la carne cruda (nel test, cotolette di pollo). Al contrario,
per i cucinieri adulti lavarsi le mani tra una pietanza o l’altra era la normalità.

Spiega Casey Jacob, uno degli autori dello studio: “Il fatto di lavarsi di meno le mani, combinato con comportamenti specifici dell’età come toccarsi i capelli e grattarsi in varie parti
del corpo, potrebbe essere causa delle maggiori contaminazioni dei cibi cucinati dai ragazzi”.

LINK alla ricerca

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento