Sequestro di decine di tonnellate di cibo avariato da parte dei Nas

Sequestro di decine di tonnellate di cibo avariato da parte dei Nas

Roma – Il sequestro di alcune decine di tonnellate di alimenti conservati in pessime condizioni igieniche e quindi potenzialmente nocivi per la salute. E’ questo il risultato di una
operazione dei carabinieri dei Nas su scala nazionale.   

In particolare i Nas di Ancona e Caserta hanno individuato a San Benedetto del Tronto (AP), un deposito alimentare non autorizzato e privo dei relativi requisiti igienico sanitari. All’interno vi
erano conservate oltre 15 tonnellate di formaggi, salumi, conserve, prodotti ittici ed alimenti vari cosparsi di escrementi, ragnatele e muffa, in evidente stato avariato. Le derrate sono state
poste sotto sequestro assieme a due impianti frigoriferi industriali destinati al commercio all’ingrosso a ristoratori ed esercizi pubblici. Denunciato alla Procura della Repubblica di Ascoli
Piceno anche il legale rappresentante della struttura.   

Analoghe irregolarità sono state contestate dai Carabinieri del Nas di Caserta al titolare di un deposito all’ingrosso, con annesso supermercato, della provincia casertana. All’interno
della struttura, abusiva ed igienicamente e strutturalmente erano stoccati oltre 35 tonnellate di salumi, latticini, prodotti carnei ed ittici, congelati e freschi, nonché 300.000
confezioni circa tra conserve, liquori, bevande, tutti in pessimo stato di conservazione e scaduti da anni. L’edificio e gli alimenti sono stati immediatamente sequestrati.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento