Sciopero TIR, Cavallera: agroalimentare e dolciario gravemente colpiti

Piemonte, 11 Dicembre 2007 – La Giunta regionale deve intervenire sul governo affinché si trovi rapidamente una soluzione allo sciopero dell’autotrasporto che potrebbe comportare
danni irrimediabili all’economia piemontese, lo chiede Ugo Cavallera, consigliere regionale di Forza Italia, dopo i disagi del trasporto merci di ieri che in Piemonte ha riguardato anche
l’interporto di Orbassano e alcune direttrici autostradali.

“In Piemonte – dice Cavallera – vi sono i comparti produttivi come l’agroalimentare e il dolciario che, in questo periodo sotto le festività natalizie, potrebbero ricevere un danno
gravissimo e di fatto irrecuperabile da un blocco prolungato delle consegne. Non vogliamo colpevolizzare una categoria di lavoratori, come quelli dell’autotrasporto, che aveva da tempo
preannunciato questa protesta. La responsabilità principale è del governo che ha trascurato di definire la vertenza per tempo. Oltre tutto i camionisti lamentano problemi
oggettivi, come il rincaro dei costi legati al carburante, e la carenza delle infrastrutture che rende più disagevole e dispendioso il trasporto merci su gomma”.
Nell’imminenza delle festività di fine anno, Cavallera auspica dunque una rapida soluzione della vertenza augurandosi che anche la Regione faccia sentire la propria voce.
“Non si possono approvare comportamenti dannosi – conclude – ma vogliamo sperare che l’apertura di un serio tavolo di trattativa, dia lo spazio per allentare la tensione che rischia di arrecare
gravi conseguenze su molte realtà produttive, che realizzano in questo periodo una buona parte del loro fatturato”.

Leggi Anche
Scrivi un commento