Sciopero generale in Sardegna contro la perdita di 33.000 posti di lavoro

Sciopero generale in Sardegna contro la perdita di 33.000 posti di lavoro

Si svolge venerdì 10 luglio in Sardegna lo sciopero generale unitario indetto da Cgil, Cisl e Uil.
L’obiettivo – sottolineano i sindacati – è quello di richiamare l’attenzione su un momento drammatico del sistema produttivo, sociale economico dell’isola.
In pochi mesi infatti – osservano i sindacati – si sono persi in Sardegna 33 mila posti lavoro, sparsi tra tutti i settori produttivi.
“E’ una che crisi non ha riscontri storici”.
I sindacati chiedono più risorse economiche e la convocazione immediata di un tavolo a Palazzo Chigi.

(FRN)

Leggi Anche
Scrivi un commento