Salame Cremona: via libera all'IGP

Cremona, 24 ottobre 2007 – Il Salame Cremona, che grazie al decreto del Ministero delle Politiche Agricole del 13 novembre 2003 gode della tutela transitoria nazionale (ovvero può
fregiarsi della Denominazione IGP – Indicazione Geografica Protetta – solo sul territorio italiano), ha finalmente ottenuto il benestare dell’Unione Europea per l’ottenimento a pieno titolo del
riconoscimento IGP a livello comunitario, vale a dire in tutti i 27 Paesi dell’Unione Europea.

L’iter per il conseguimento della IGP europea aveva infatti incontrato non poche difficoltà in sede comunitaria, specie da parte di alcuni Paesi quali Germania e Paesi Bassi che si erano
opposti al riconoscimento per ragioni essenzialmente di natura economica.

Ora finalmente, dopo un lungo e articolato confronto, è stato reso noto che le questioni sono state risolte, per cui si attende in tempi brevi la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale
della Comunità Europea del Regolamento che conferirà a pieno titolo l’IGP al Salame Cremona.

Si attende adesso la traduzione del Regolamento nelle differenti lingue comunitarie e la pubblicazione definitiva sulla Gazzetta Ufficiale.
“Lo sforzo del Consorzio è stato premiato – ha affermato Franco Negroni, Presidente del Consorzio Salame Cremona. Ciò consentirà al prodotto di godere di una tutela ancora
più forte ed estesa che potrebbe ragionevolmente far incrementare le esportazioni, configurando scenari finora impensabili.”

Nei primi 8 mesi del 2007 sono stati prodotti quasi 130.000 Kg di Salame Cremona IGP con un incremento, rispetto all’anno precedente di circa il 60%.

Leggi Anche
Scrivi un commento