Roberto Castagner e Giacomo Rallo insieme in una serata dedicata alle eccellenze del Veneto e della Sicilia

Roberto Castagner, l’innovativo distillatore trevigiano, continua il suo cammino per fare sistema nella filiera agroalimentare e dare vita a un nuovo modo di concepire l’eccellenza, la seconda
serata, dedicata alle eccellenze del Veneto e della Sicilia, si è svolta lunedì 15 ottobre a Fregona, nell’azienda agricola ove nascono le uve per i suoi vini e Aqua d’Uva.

Protagonisti della serata, oltre a Castagner, il Cavalier Giacomo Rallo, imprenditore vinicolo siciliano fondatore di Donnafugata, azienda vinicola simbolo della regione Sicilia.

Ad accompagnare i vini e i distillati protagonisti della serata, la cucina della Locanda San Lorenzo di Puos d’Alpago (Belluno), ristorante che, grazie all’incessante lavoro di ricerca
del suo patron e chef Renzo Dal Farra e della sua brigata, vanta una stella Michelin.

Scopo dell’incontro, introdotto da Sergio Grasso, antropologo alimentare e noto volto televisivo: dimostrare come l’unione di professionisti di aree diverse possano creare una serata
perfetta, connubio di arte culinaria, buon vivere e cultura, con un menu studiato nei dettagli e abbinamenti esemplari con vino e distillati.

Tutto ciò è avvenuto in una serata su invito cui hanno partecipato Autorità, Stampa e i migliori ristoratori della regione, pronti a cogliere la sfida. Molti sono stati i
Fuoriclasse intervenuti anche a questo secondo appuntamento, che hanno così voluto testimoniare l’importanza della serata.

E a condire le pietanze non sono mancati gli interventi di tutti i protagonisti, che hanno raccontato la loro esperienza, sintesi e superamento di uno speciale mix di territorio, tradizione e
sapiente re-invenzione. Anche in questa occasione vino e distillati sono stati serviti con la giusta attenzione, soprattutto per chi guida, per far sì che ciascuno dei commensali potesse
godersi ogni cosa senza esagerare e fosse in grado di rientrare a casa in auto senza pericolo: “Un atteggiamento consapevole verso il vino e i distillati di qualità – dice
Castagner – non significa rinunciare del tutto a bere per chi deve guidare. Bisogna allargare la cultura della consapevolezza e del gusto, comunicando la verità: si può bere
senza eccedere, con il buon senso, per godersi pienamente la vita”.

Ultima sorpresa: al termine della serata, Andrea Tomat, Presidente di Unindustria Treviso e di Fondazione Nordest, ha ricevuto da Roberto Castagner il Premio “Fuoriclasse Ad honorem” per
“aver saputo farsi strada con intelligenza e coraggio nel mondo imprenditoriale, portando alta la bandiera del Made in Italy e impegnandosi per lo sviluppo del Territorio e la coesione del
NordEst”
.

Roberto Castagner con questa serata, ha voluto lanciare nuovamente due messaggi importanti: il primo relativo alla sicurezza e alla cultura del vivere bene, che richiedono consapevolezza e
responsabilità, il secondo relativo al “fare sistema”, l’unica via per creare l’eccellenza, in qualsiasi campo. Una serata densa di contenuti, che sarà replicata con nuove
iniziative e altri personaggi i il 12 novembre.

Leggi Anche
Scrivi un commento