Rischi sanitari, Ferrero: «ingiustificato l'incarico alle Molinette»

Torino, 26 Ottobre 2007 – “Per quale motivo la Regione vuole affidare all’Aso Molinette l’intera gestione dei rischi sanitari?” lo chiede il consigliere regionale di Forza Italia,
Caterina Ferrero, al termine della riunione odierna della Commissione Sanità.

“La Giunta – spiega Ferrero – ha proposto un nuovo programma di gestione dei rischi sanitari per il biennio 2008-2010, presentando una proposta molto discutibile. Non condivido e non riesco a
capire le motivazioni per cui la partita assicurativa, finora gestita dall’assessorato alla Sanità, debba essere decentrata alle Molinette. Perché l’assessore Artesio non ha
mantenuto la gestione dei rischi in Regione, e perché volendo delegare non è stata presa in considerazione l’ipotesi dell’Aress, che svolge nello specifico una funzione di
supporto per l’intero sistema sanitario regionale? Tanto più che si prevede uno stanziamento di 200 mila euro per un adeguamento di professionalità alle Molinette”.

In Commissione l’esponente azzurra ha sottolineato “l’inopportunità di una scelta che non trova alcuna motivazione logica. Non è sufficiente che l’Aso Molinette sia la più
grande azienda ospedaliera piemontese per assumersi la gestione di tutti i contratti con le assicurazioni. Nell’ottica di una sempre maggiore aziendalizzazione e responsabilizzazione delle
aziende questa scelta mi sembra l’ennesimo passo indietro compiuto dalla Giunta”.

Leggi Anche
Scrivi un commento