Rette residenze sanitarie assistenziali

Firenze – Il TAR Toscana si e’ più volte pronunciato in materia di rette per la degenza delle persone anziane non autosufficienti nelle residenze sanitarie assistenziali (Rsa),
ed ha sospeso le richieste di pagamento da parte di Asl e Comuni ai parenti degli assistiti.

Ora si aggiunge anche il TAR Lombardia, come ci segnala l’avv. Franco Trebeschi del foro di Brescia. Il tribunale con ordinanza del 16 aprile 2008 n. 602/08 ha sancito che la retta deve essere
parametrata non già sulla base dei redditi dell’intero nucleo familiare dell’assistito (ricordiamo che spesso le amministrazioni chiedono illegittimamente le dichiarazioni dei redditi di
figli, generi, nuore e nipoti) ma solo sulla base dei redditi di quest’ultimo.

Plaudiamo al riconoscimento, da parte dei giudici, di un diritto che la legge prevede ma che ad oggi e’ rispettato in minima parte dalle amministrazioni e ci auguriamo che queste ultime, a
fronte di una giurisprudenza che diventa sempre più corposa, decidano finalmente di porre fine alla illegalità protratta e intenzionale con cui trattano i propri cittadini
più deboli.

Qui il testo dell’ordinanza

Qui il settore del sito Internet ADUC con tutte le informazioni in materia

Claudia Moretti – Emmanuela Bertucci
Legali Aduc

Leggi Anche
Scrivi un commento