Punto sanità Occhiobello

Rovigo – “Ma il trasferimento temporaneo del punto sanità di Occhiobello alla casa di cura scade a fine anno, come tutti pensavano, o il 31 dicembre del 2008?”, è quanto si
chiede l’assessore alla Sanità Guglielmo Brusco prendendo in esame due decreti del direttore generale dell’Asl 18 di Rovigo Adriano Marcolongo.

“Con decreto 756 del 27 settembre 2005 – osserva l’assessore di Palazzo Celio – veniva stabilito il trasferimento temporaneo dell’attività per la durata di anni 2, precisato anche in
lettere, eventualmente rinnovabili e subordinato alla disponibilità di una sede diversa di livello qualitativo superiore…”.
“Con provvedimento n. 890 del 17 ottobre 2007 – cita Brusco – si richiama il trasferimento delle attività e fra gli aspetti sostanziali che l’accordo ha validità dal 1°
dicembre 2005 al 30 novembre 2008 (anni 3)”.
“Questa cosa – prosegue Brusco – era a conoscenza dei sindaci, dei sindacati e del comitato? E se no come si può giudicare il comportamento del direttore generale?”.
“Si può giudicare un comportamento rispettoso della nostra dignità di polesani – conclude Brusco – che devono almeno sapere cosa succede sul loro territorio?”.

Leggi Anche
Scrivi un commento