Prugne, perchè aiutano a perdere peso

Prugne, perchè aiutano a perdere peso

Prugne: tutti conoscono i loro meriti per la salute, pochi sanno come, aggiunte ad una dieta dimagrante, possano aiutare a perdere peso. Questa seconda caratteristica è l’argomento di una ricerca dell’Università di Liverpool (sezione )diretta dal Jo Harrold

Gli scienziati sono partiti dal rapporto controverso tra prugne secche e diete dimagranti.

Sicuramente, il frutto offre diversi nutrienti validi: minerali come rame, manganese e potassio, la vitamina B6 carboidrati ma niente grassi saturi. Tuttavia, sono poco considerate come ingrediente per diete dimagranti in quanto contenenti sorbitolo, dolcificante naturale.

Per risolvere il problema, hanno deciso di lavorare con alcuni volontari: 100 persone, maschi e femmine, tutti sovrappeso od obesi e tutti poco amanti delle fibre. Il campione è stato diviso in due gruppi, ed ha seguito una dieta per 12 settimane. Il primo gruppo ha consumato prugne tutti i giorni (140 g al giorno le donne e 171 g al giorno gli uomini), il secondo ha ricevuto una serie di consigli su come creare spuntini sani.

Durante il periodo di controllo, tutti loro hanno subito test medici; in più, i consumatori di prugne hanno subito ulteriori controlli per verificare se le ridotte dosi di fibre rendevano compatibile le dosi di prugne nella dieta, e se il frutto avesse effetti benefici sull’appetito.

Alla fine, il team di Liverpool ha riscontrato i vantaggi del consumo di prugne: gli appartenenti al primo gruppo aveva perso in media 2 kg di peso e il loro girovita si era ridotto di 2,5 centimetri. Stessi risultati, ma con numeri minori, per il secondo gruppo: perdita di peso, 1,5 Kg, perdita di girovita, 1,7 Kg.

Inoltre, i consumatori di prugne manifestavano un maggiore senso di sazietà, tra le cause della riduzione di peso, ed avevano tollerato bene la dose di prugne.

Secondo la dottoressa Harrold, l’esperimento dimostra come le prugne possano rientrare a pieno titolo in una dieta pensata per perdere peso: infatti, “A lungo termine, esse possono essere utili a chi è a dieta per affrontare la fame e soddisfare l’appetito: una sfida importante quando si sta cercando di mantenere la perdita di peso”.

 

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche