Prosciutto di Parma: registrazione del marchio in Giappone

Il Consorzio del Prosciutto di Parma è orgoglioso di annunciare che la denominazione “Prosciutto di Parma” è stato il primo marchio straniero registrato in Giappone il 31 Agosto
2007 come “Regionally Based Collective Trademark”, questo nuovo sistema di registrazione, introdotto in Giappone nell’Aprile del 2006, garantisce la protezione dei prodotti regionali.

Il Prosciutto di Parma già registrato nella Comunità Europea come prodotto DOP (Denominazione di Origine Protetta) e perciò protetto contro ogni uso improprio, abuso o
imitazione a livello europeo.

Il marchio “Corona Ducale” era già stato registrato in Giappone nel 2000. In ogni caso la registrazione della denominazione “Prosciutto di Parma” fornisce una maggiore e più ampia
protezione.

La registrazione No. 5073378 si riferisce al nome “PROSCIUTTO DI PARMA” ma include anche la medesima dicitura in caratteri nipponici.

Secondo la legge giapponese la registrazione come “Regionally Based Collective Trademarks” garantisce l’esclusiva del nome, pertanto nessuna parte terza lo potrà utilizzare senza
l’autorizzazione del Consorzio. A seguito della registrazione il Consorzio del Prosciutto di Parma non tollererà alcun abuso delle diciture “Parma” o “Parma Ham” su etichette o
confezioni.

La stessa regola è valida anche per il Parma in vaschetta che – lo ricordiamo – può essere affettato e confezionato solo in zona tipica sotto la supervisione dell’istituto di
certificazione IPQ.

Il Consorzio accoglie con piacere questa nuova legge Giapponese la quale dimostra come sempre più nazioni comprendano l’importanza di offrire una protezione speciale alle indicazioni
geografiche.

Leggi Anche
Scrivi un commento