FREE REAL TIME DAILY NEWS

Press meeting “La Sardegna che fa bene”

Press meeting “La Sardegna che fa bene”

By Redazione

Premessa

Sardegna Store è il progetto regionale volto alla promozione integrata e coordinata delle eccellenze e di tutti i territori dell’Isola dalle caratteristiche uniche, dall’Ogliastra
alla Gallura, dalla Barbagia al Campidano passando dal Sassarese fino al Sarcidano. Un concept non solo espositivo ma attivo tutto l’anno con eventi di valorizzazione delle tipicità
del patrimonio identitario della Sardegna
, terra di turismo, cultura, artigianato tipico e artistico e di prodotti agroalimentari.

Una vetrina nazionale e internazionale che rappresenta la cultura di un popolo, attraverso le sue tradizioni più suggestive che rendono la Sardegna un’Isola da vivere tutto l’anno. In
questo scenario si inserisce il press meeting “La Sardegna che fa bene” del 2 febbraio prossimo: un evento che ha come obiettivo la divulgazione delle varie tipicità sarde
attraverso asseverazioni, anche scientifiche (come il progetto AKeA – A Kent’Annos), che rendono la Sardegna un’Isola “felice per le sue attrattive culturali e turistiche, per le
proprietà delle sue produzioni agroalimentari autoctone oltre che per la salubrità e longevità dei suoi abitanti.

Il progetto dell’evento “La Sardegna che fa bene” ha quindi lo scopo di presentare e sintetizzare in un unico appuntamento dedicato alla stampa, gli assi portanti dell’identità sarda che
caratterizza il territorio, la sua fruibilità e le sue produzioni.

Temi

Con quasi 12 milioni di turisti (italiani e stranieri – dato statistica regionale maggio 2012 su 2011) la Sardegna rappresenta una delle mete più ambite per le vacanze. Nonostante la
crisi generale che ha colpito il settore, il turismo continua ad essere una delle voci principali di traino dell’economia sarda che può contare sulle leve della cultura, della natura e
delle tradizioni dell’Isola. Tra i nodi del turismo sardo ancora da sciogliere completamente, quello della stagionalità dei flussi che hanno il loro picco massimo durante i mesi estivi.
Per questo è nato il progetto regionale dell’Assessorato al Turismo e dell’agenzia Sardegna Promozione “Isola che Danza”, un calendario di eventi per favorire la destagionalizzazione,
promuovendo un cartellone dinamico di iniziative attrattivo per tutto l’anno (nei primi mesi del 2013: Fuochi di Sant’Antonio a metà gennaio, Carnevale a metà febbraio e Riti
della Settimana Santa a fine marzo).

La Sardegna detiene il primato mondiale dei centenari; sull’Isola vivono 362 persone con più di 100 anni (22 ogni 100mila abitanti), mentre la media mondiale è pari a circa la
metà. A determinare il record della longevità sarda, sia fattori antropologici e ambientali (corredo genetico, famiglia e clima) ma anche un regime alimentare basato
esclusivamente sui prodotti locali e sulle specifiche proprietà nutrizionali e antiossidanti che questi presentano rispetto ai medesimi alimenti di importazione. Focus: la ricetta della
longevità, il cibo dei centenari e ultimi risultati del progetto AKeA – A Kent’Annos, guidato dal prof. Luca Deiana (come la scoperta del maggior potere antiossidante di produzioni
autoctone di origine animale e vegetale rispetto a quelle prodotte nel resto d’Italia).


La Sardegna che fa bene

Sabato 2 febbraio 2013, ore 12.00
Milano – Piazza Diaz 7
Inizio ore 12.00

Ventidue ogni centomila abitanti, il doppio rispetto alla media mondiale e addirittura il triplo dei Paesi occidentali. Sono i centenari della Sardegna i più longevi al mondo, grazie a
fattori genetici e microclima ma anche a una dieta di lunga vita fatta di tipicità alimentari locali, dove spicca un uso del vino pari a quasi il doppio della media italiana. A dirlo il
direttore della cattedra di Biochimica clinica dell’Università di Sassari, Luca Deiana, che sabato 2 febbraio alle 12.00 a Milano nel ‘Sardegna store’ della Regione Sardegna
presenterà gli ultimi dati della ricerca scientifica A kent’annos’.

Conduce l’incontro
Davide Paolini – Giornalista e “Gastronauta” di Radio24

Interventi

Ugo Cappellacci – Presidente Regione Sardegna
Luigi Crisponi – Assessore Turismo, Artigianato e Commercio Regione Sardegna
Mariano Mariani – Direttore generale Sardegna Promozione
Luca Deiana – Professore di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare, Facoltà di Medicina, Università degli Studi di Sassari e responsabile del progetto AKeA

Ore 12.45 Aperitivo “antiossidante”

Ore 13.00 Show cooking – Lunch a base di malloreddus con pecorino

Ore 17.30 Esibizione folkloristica dei Mamuthones nella vicina piazza Duomo

Redazione Newsfood.com+WebTv

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: