PREMIO ARTEMISIA: PRESENTATA LA TERZA EDIZIONE.

Una commissione giudicatrice altamente qualificata composta da docenti universitari, artisti, storici e critici dell’Arte; una sede prestigiosa – la Mole Vanvitelliana – che
ospiterà i quaranta artisti finalisti e la mostra – omaggio ad uno dei più noti e richiesti artisti contemporanei, Omar Galliani: Ia III edizione del Premio Artemisia
ha tutte le premesse necessarie per costituire nel prossimo autunno la grande vetrina dell’arte figurativa contemporanea nel territorio marchigiano, trampolino di lancio per molti giovani
talenti italiani ancora poco noti ed allo stesso tempo rassegna di rilevanza nazionale.

Patrocinato dal Comune di Ancona, dalla Provincia di Ancona e dalla Regione Marche con la collaborazione di Marche Fiere, Camera di Commercio e Banca Marche, «il Premio – ha
sottolineato il prof. Fabio Tonti, docente di Pedagogia e didattica dell’Arte, all’Accademia di Belle Arti di Firenze, e responsabile dell’Associazione artistica Artemisia, che lo organizza –
non si è posto , fin dal suo esordio, come l’ennesimo e anacronistico premio che abbraccia tutte le forme d’arte, bensì come concorso di livello dedicato alla sola
pittura nelle sue più svariate tecniche, garantito dalla competenza e dal prestigio dei componenti della commissione giudicatrice. Un concorso ed al contempo una rassegna
nell’ambito della quale verranno messi in luce giovani talenti e valorizzato il lavoro di altri concorrenti che operano da tempo in questo settore, come, ad esempi, diversi e stimati
docenti». Nel sottolineare gli scopi didattici e pedagogici dell’iniziativa, Tonti ha ricordato anche la qualità del catalogo che ogni anno accompagna il Premio e nel
quale troverà spazio per il 2008 un artista italiano tra i più apprezzati: Omar Galliani, le cui opere saranno presenti alle Olimpiadi Pechino all’interno di una
cartella di incisioni dei migliori artisti.

Dopo Bruno d’Arcevia nel 2007, è infatti Galliani l’ospite d’onore della Mostra dei lavori finalisti del Premio, che sarà ospitata alla Mole Vanvitelliana nel mese di
novembre.

Alla presentazione di questa terza edizione ha partecipato anche uno dei componenti illustri della commissione, Maurizio Cesarini, artista, critico d’arte e docente di Tecniche pittoriche a
Perugia (ha collaborato con Achille Bonito Oliva e si è occupato di importanti esposizioni di videoarte) il quale ha ribadito come sia «importante valorizzare la
ricchezza e le capacità del territorio, dando la giusta risonanza e creando occasioni di confronto e dibattito sull’arte, che altrimenti rischia di diventare
asfittica».

Dal canto suo, l’assessore alla Cultura del Comune, Pierluigi Fontana, ha sottolineato il percorso di crescita del Premio Artemisia, che quest’anno compie il salto – rispetto alle sede
espositiva – dall’Atelier dell’Arco Amoroso alla Mole Vanvitelliana. «Il livello dell’iniziativa – ha confermato – si mantiene elevato e siamo grati all’associazione per questo
contributo dato al territorio per la divulgazione e la valorizzazione dell’arte figurativa contemporanea».

Riguardo all’impostazione del concorso si ricorda che è diviso in due sezioni, la prima rivolta ad artisti senza limiti di età e la seconda ad artisti con
età fino a 35 anni; prevede inoltre l’assegnazione di Premi speciali, per un totale (tra i tre gruppi) di 16.000,00 euro.

Documento allegato:
III rassegna nazionale di pittura figurativa contemporanea

Leggi Anche
Scrivi un commento