Poca vitamina B, maggior rischio di sordità

Poca vitamina B, maggior rischio di sordità

La vitamina B è fondamentale per il buon funzionamento dell’orecchio. Quando infatti i suoi livelli scendono al di sotto di una soglia critica aumenta il rischio di sordità.

Tale avviso proviene da una ricerca dell’Università di Sydney (Australia) pubblicata dal “Journal of Nutrition”.

Gli studiosi hanno messo sotto osservazione 2596 volontari, uomini e donne d’età over 50. L’indagine si è concentrata su i livelli ematici di vitamina B9, vitamina B12 e
omocisteina e su una possibile correlazione tra tali quantità ed il rischio di perdita d’udito causata dall’invecchiamento.

I risultati finali evidenziano come se i livelli di folati scendono al disotto del 11 nanomoli/litro si verifica un’aumento del 34% del rischio di perdita d’udito.
Inoltre, livelli di omocisteina inferiori a di 20 micromoli/litro provocavano un aumento del 64% del rischio di perdita d’udito, perché danneggiavano il corretto flusso di sangue nella
parte interna dell’orecchio.

Ciò detto, gli esperti australiani ridimensionano tali affermazioni.

In primis, essi fanno notare come eccessi di omocisteina sono dannosi per l’organismo, in grado di favorire problemi come le malattie cardiache.

Inoltre, non è ancora sicuro che adeguati dosi di acido folico possano limitare i danni all’udito causati dall’età. Perciò, conclude la squadra dell’Università di
Sidney, sono necessari ulteriori esami prima di poter dare affermazioni definitive.

Fonte: B. Gopinath, V.M. Flood, E. Rochtchina, C.M. McMahon, P. Mitchell ,”Serum Homocysteine and Folate Concentrations Are Associated with Prevalent Age-Related Hearing Loss”, Journal
of Nutrition, Published online ahead of print, doi:10.3945/jn.110.122010

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento