FREE REAL TIME DAILY NEWS

Piacenza per Giuseppe Verdi – tavola rotonda sabato 21 gennaio 2022

Piacenza per Giuseppe Verdi – tavola rotonda sabato 21 gennaio 2022

By Giuseppe

Un museo, un polo,  per Giuseppe Verdi a Piacenza

Le speciali relazioni umane in 50 anni del Maestro Verdi con il territorio piacentino.

Comolli: ”Piacenza fondamentale per un @poloverdi dedicato all’@uomoverdi”

Piacenza, 17 gennaio 2023
Piacenza e Giuseppe Verdi
Le speciali relazioni umane in 50 anni del Maestro Verdi con il territorio piacentino.
Comolli: ”Piacenza fondamentale per un @poloverdi dedicato all’@uomoverdi”
Tavola rotonda e dibattito per il progetto di un museo verdiano
Piacenza, Sabato 21 gennaio 2023, ore 17.00, Teatro Gioia in via Melchiorre Gioia 20
Da anni molti i piacentini, fra cui ex assessori, artisti, docenti, letterati, musicisti e personalità, stimolano le diverse istituzioni e amministrazioni pubbliche a recuperare, e a mettere a disposizione di tutti,  alcuni luoghi, ambienti, spazi che il maestro Giuseppe Verdi ha frequentato, vissuto, amato in terra piacentina, dalla Villa-Borgo di sant’Agata in comune di Villanova dove visse ininterrottamente per 50 anni fino alla morte all’hotel San Marco in pieno centro a Piacenza dove sostava prima di intraprendere i viaggi nel mondo. Nel 2008 si manifestarono le prime intenzioni, con  Stefano Pareti e William Xerra in testa, per il recupero dell’ex hotel San Marco. Da allora, come sottolinea il Comitato sorto spontaneo, sono trascorsi anni senza fare nulla e l’abbandono è evidente sotto gli occhi di tutti, vicinissimo alla bellissima Piazza dei Cavalli e difronte a un prestigioso albergo cittadino, luoghi da sempre meta delle centinaia di migliaia di turisti e viaggiatori e escursionisti che arrivano a Piacenza per palazzo Gotico, i cavalli del Mochi, il Palazzo ducale dei Farnese, la galleria Ricci Oddi, la dimora del cardinale Alberoni, il museo della Cattedrale e le tante chiese Romanico-Rinascimentali della cittadina fondata dai romani sulle rive del fiume Po. L’ex albergo che ha ospitato Verdi versa nell’abbandono, salvo alcuni inevitabili interventi edilizi, finalizzati alla conservazione del prestigioso fabbricato, ma mai al suo riutilizzo. Anzi, da parte della proprietà (2/3 AUSL e 1/3 Comune di Piacenza) si riteneva inevitabile la messa in vendita mediante gara d’asta. Anzi vi furono anche licitazioni più o meno pubbliche e private senza successo: si diceva un pezzo doppio almeno del suo reale valore. Una proprietà che rischia di restare dimenticata. Qualche piccolo segnale di risveglio sembra avvenuto negli ultimi mesi, soprattutto con la chiusura al pubblico della casa-museo di Verdi  nella piccola frazione di sant’Agata di Villanova a pochi chilometri dalla città. Un bene che non è stato venduto e che ha richiamato l’attenzione del nuovo ministro al turismo del governo Meloni che ha messo a disposizione una prima trance di 20 milioni per l’acquisto della villa. Quindi un primo tassello si è mosso.
Di questo si parlerà nell’incontro del 21 gennaio p.v. alle ore 17.00 presso il Teatro Gioia in via Melchiorre Gioia 20 in Piacenza. Relatori saranno CHRISTIAN FIAZZA, assessore alla cultura, turismo e marketing territoriale del Comune di Piacenza; GIAMPIETRO COMOLLI, giornalista, economista e docente; STEFANO PARETI, referente del Comitato San Marco.
Il comitato san Marco ha quindi negli ultimi giorni riproposto l’annosa questione della proprietà dell’immobile e del suo ri-uso, ri-utilizzo e no-spreco prima del crollo e della totale inutilità anche in termini di realizzo e bilancio della ASL , soprattutto. In Piacenza, oggi, non mancano beni pubblici e demaniali dismessi negli ultimi 20-30 anni e ancora in attesa di una collocazione e destinazione pubblica e privata. Si dice: in abbondanza con le finanze magre. Da qui la richiesta del comitato alla nuova amministrazione comunale della sindaca Tarasconi di riprendere il discorso. Il comune di Piacenza, rappresentato dagli assessori Fiazza e Fantini, dichiarava massima disponibilità al dibattito poiché  l’immobile, con apposita determinazione,  era stato rimosso dal piano delle alienazioni delle proprietà comunali. Da qui l’idea progettuale, da più parti lanciata anche fuori dal comitato San Marco e da altre sedi culturali e civili cittadine, da altri professionisti, di ipotizzare la costituzione di un Museo dedicato a Giuseppe Verdi, che possa convivere con una sede “ prestigiosa e internazionale” del Conservatorio Nicolini. Si aprono dunque prospettive favorevoli per la città e per la tutela dei suoi monumenti.

Vedi anche:

 

Villa Verdi di Sant’Agata a Piacenza, salvata dall’abbandono. Stanziati dal governo Meloni 20 milioni di euro

Villa Verdi di Sant’Agata a Piacenza, salvata dall’abbandono. Stanziati dal governo Meloni 20 milioni di euro

26 Dicembre 2022

E’ salva Villa Verdi di Sant’Agata a Piacenza; la casa di Giuseppe Verdi, Agricoltore e Musicista. Stanziati dal governo Meloni 20…

L’ex hotel San Marco di Piacenza, stellato albergo liberty, in evidenza su Italia Nostra web

L’ex hotel San Marco di Piacenza, stellato albergo liberty, in evidenza su Italia Nostra web

6 Febbraio 2021

L’ex hotel San Marco in evidenza sul sito nazionale di Italia Nostra Sgarbi: «La pensilina è memorabile». Comolli: «Dobbiamo convincere…

Comolli site:newsfood.com

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: