Perugia: seminario internazionale del Progetto Knoleum

“Knoleum, paesaggi dell’olivo” è uno dei progetti del Programma comunitario Interreg III B – Medocc, finalizzato allo sviluppo della cooperazione transnazionale, il programma opera per
il miglioramento dell’integrazione e della coesione dei territori dell’Europa del Sud.

Attraverso la condivisione del proprio patrimonio di conoscenze ed esperienze i paesi partner intendono favorire e promuovere lo sviluppo sostenibile nei territori del Bacino del Mediterraneo
sotto i profili economico, culturale ed ambientale.

Il paesaggio dell’olivo, che rappresenta un forte elemento di omogeneità, è la risorsa capace di esaltare questa importante occasione di sviluppo.

In tale ottica si colloca il seminario “Una opportunità per l’integrazione e la pace tra i popoli del Mediterraneo”, in corso all’Auditorium di Santa Cecilia a Perugia, dove presidente
della Cia Umbria Antonio Sposicchi intervenendo, ieri 8 novembre, alla prima giorbnata dei lavori, ha sottolineato che la Cia ha svolto lo scorso mese di marzo a Lecce la Conferenza economica
sul tema: “Agricoltura mediterranea l’impegno che produce pace e sviluppo” e ha quindi raccolto l’invito rivolto dagli organizzatori alla cooperazione nel settore olivicolo, promuovendo la pace
come valore generale e di convivenza nel territorio.

Ha proseguito evidenziando come in vista della scadenza del 2010, quando l’area del Mediterraneo diverrà di “libero scambio” occorre trovare accordi, che oltre alla cooperazione,
prevedano la diversificazione delle diverse aree produttive olivicole in considerazione dei diversi livelli di know-how, di diritti sociali, di organizzazione di mercato e di livelli
qualitativi che si riscontrano nel bacino mediterraneo.

Il programma prevede la partecipazione delle istituzioni pubbliche nazionali, regionali e locali, delle Università.

Rispetto all’obiettivo del seminario di strutturare di una rete regionale di produttori olivicoli, da realizzarsi attraverso un ampio ed incisivo progetto di assistenza tecnica, ha candidato
per questo ruolo l’Associazione di solidarietà e sviluppo Ases promossa dalla Cia.

Tale proposta ha trovato immediato interesse da parte del ministro all’Agricoltura dell’Autorità palestinese Mahmoud Al Habash che era presente ai lavori.

Leggi Anche
Scrivi un commento