Penne Aurora e Vini Michele Chiarlo: tratti eccellenti del Made in Italy di Qualità piemontese

Penne Aurora e Vini Michele Chiarlo: tratti eccellenti del Made in Italy di Qualità piemontese

3DAC
3D9C 3DEE 3D7BAurora Penne e Michele Chiarlo, storici brand dell’eccellenza italiana,  uniti per un evento speciale: “Feel Yourself”,  dedicato all’esperienza dei 5 sensi; un connubio originale e perfettamente riuscito tra arti, culture e saperi, accomunati dall’artigianalità italiana di grande qualità.
Nella storica cornice della prestigiosa manifattura torinese Aurora  ha preso forma un happening suggestivo con uno stimolante viaggio sensoriale  che ha guidato gli ospiti nel mondo del ‘fatto a mano’ italiano. Un mondo che ha radici profonde nell’operosità dell’uomo, nella cultura del territorio e che ha come protagonisti assoluti  talento artigianale e consapevolezza del suo valore.
Ad aprire la serata, il dott. Cesare Verona, Presidente ed Amministratore Delegato della celebre fabbrica, nelle vesti insolite di cicerone tra i laboratori che, dal 1919, producono le mitiche  penne  esportate in tutti i continenti.
Al suo fianco, Michele Chiarlo, fondatore dell’azienda vinicola di Calamandrana ed il figlio Stefano  che, in un Piemonte non  lontano, dedicano da decenni la stessa attenzione e la stessa passione alla produzione dei vini Chiarlo, diventati un simbolo dell’enologia italiana di qualità nel mondo.
Due realtà piemontesi, fortemente radicate ancora oggi alla loro terra d’origine, che condividono i valori della tradizione, l’alta qualità dei prodotti, il rispetto per l’ambiente e la valorizzazione del “made in Italy”.
Scrosci d’applausi, dunque, alla  presentazione del Parco Artistico di Castelnuovo Calcea, condotta dall’artista e storico collaboratore di casa Chiarlo, Giancarlo Ferraris, Presidente dell’Associazione Orme su La Court.  Il Parco tra le vigne, unico nel panorama italiano, sposa il lavoro quotidiano dei vignaioli  con l’estro degli artisti, rappresentati da alcuni dei nomi più importanti della scena internazionale contemporanea, abbracciando la filosofia della valorizzazione delle eccellenze e delle sinergie a tutto campo locali.

Performer d’eccezione: Francesco Federico Ferrero, reduce dalla vittoria  del fortunato talent show: “Masterchef-Italia 2014”, nel ruolo del guru sensoriale, che ha trascinato, tra musiche, parole e gusto, dalle poltrone ai buffet i giornalisti ed i numerosi ospiti presenti.
Dulcis in fundo….la giusta gratificazione  del palato con il  catering di altissimo livello firmato da Anna Ghisolfi, vera artigiana di una cucina raffinata di qualità capace di esaltare i prodotti del territorio.
Il superbo Barolo Tortoniano Riserva 2008 della Michele Chiarlo e la Cuvée Metodo Classico Pietro Chiarlo, interpretazione dell’incontro tra le uve Chardonnay e Cortesportate, hanno accompagnato le numerose portate, deliziando gli ospiti presenti in un vortice di profumi e sapori insuperabili.

Tommy Chiarella
per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento