Pasta, Leonessa presenta quella bio arricchita con alga spirulina

Pasta, Leonessa presenta quella bio arricchita con alga spirulina

Una pasta biologica 100% italiana, arricchita con un alga capace di aumentare forza e resistenza.

Questa la creazione del Pastificio Artigianale Napoletano Leonessa, creata in collaborazione con i ricercatori dell’Università Federico II di Napoli e presentata a Tuttofood di Milano.

Di base, si tratta di un classico prodotto Leonessa: pasta fresca biologica e realizzata coi metodi degli antichi pastai napoletani, tra cui la trafilatura in bronzo e poi l’essiccazione in
armadi statici a bassa temperatura.

E poi, l’aggiunta di spirulina, realizzata grazie al Centro Interdipartimentale di Ricerche per la gestione delle Risorse Idrobiologiche e per l’Acquacoltura dell’Università partenopea:
il professor Vincenzo Fogliano, i dottori Silvia Buono, Luca Langellotti e Anna Martello.

Ma vera protagonista del lavoro è la spirulina. Conosciuta dall’uomo dall’antichità, era presente nella dieta di Aztechi e Maya, che la raccoglievano dalle sponde del lago
Texcoco. Secondo le popolazioni amerinde, la spirulina era il cibo degli dei, capace di fornire energia ed aumentare la resistenza. Adesso, la spirulina trasmette le sue proprietà alla
pasta, che si mostra ricca di antiossidanti, fitonutrienti e +2% proteine della pasta convenzionale.

Soddisfatto Oscar Leonessa, amministratore del Pastificio Artigianale Leonessa di Cercola: “Grazie alla vicinanza tra gli impianti del Criacq ed il nostro Pastificio sarà prodotta la
prima pasta con Spirulina “fresca”. L’alga sarà infatti raccolta di primo mattino quando il contenuto in micronutrienti è al massimo, sciacquata, pressata e trasportata ancora
vitale al Pastificio”.

NOTA: l’immagine è presa dal sito morsiesorsi.wordpress.com

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento