Olio di pesce, possibile scudo contro la depressione post-partum

Olio di pesce, possibile scudo contro la depressione post-partum

La depressione post-partum è una malattia frequente (colpisce il 25% delle donne) in insidiosa, poiché capace di danneggiare sia la madre che la neonata prole. Tuttavia, una
speranza di difesa arriva dall’olio di pesce (DHA), potenzialmente abile nella prevenzione della malattia e nella riduzione dei sintomi.

Questo il tema di una ricerca dell’University of Connecticut ( sezione School of Nursing), diretta dalla dottoressa Michelle Prince Judge e presentata ‘Experimental Biology 2011 meeting
tenutosi a Washington, D.C.

Gli scienziati hanno selezionato 52 donne incinte, dividendole poi in due gruppi. Il primo gruppo ha consumato una capsula con olio di pesce (3000 mg di DHA), dalla 24° settimana di
gravidanza fino a parto avvenuto. Il secondo gruppo ha invece ricevuto un’identica capsula, ma contenente un placebo.

Dopo la nascita dei figli le madri sono state valutate tramite Postpartum Depression Screening Scale, sistema di misura che definisce emozioni e sentimenti come tristezza, ansia, senso di
colpa, perdita di sé; la responsabilità emotiva, i cambiamenti nei comportamenti del mangiare/dormire e pensieri suicidi.

Secondo i dati così ottenuti il primo gruppo (consumo di olio di pesce) mostrava punteggi significativamente inferiori nella Postpartum Depression Screening Scales e, contemporaneamente,
meno sintomi come ansia e perdita d’identità. Perciò, ipotizza la dottoressa Judge, ” Il consumo di DHA durante la gravidanza – a livelli che sono ragionevolmente raggiunti dagli
alimenti – ha il potenziale di diminuire i sintomi della depressione post-partum”.

Tuttavia, la stessa scienziata pone in evidenza i limiti dello studio, basato su un campione ridotto e perciò bisognoso d’ulteriori conferme.

Sull’argomento è intervenuta anche la Federazione delle Società Americane di Biologia Sperimentale tramite comunicato stampa. Secondo l’Associazione, è bene che le donne
assumano, nel periodo precedente il parto, buoni livelli di omega-3, riducendo così il rischio di depressione.

FONTE: Federation of American Societies for Experimental Biology (2011, April 12). “Omega-3 consumed during pregnancy curbs risk for postpartum depression symptoms”, Federation of
American Societies for Experimental Biology, 12/04/011

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento