Nome, cognome cittadinanza. Il caseificio Sorano crea il pecorino con carta d’identità

Nome, cognome cittadinanza. Il caseificio Sorano crea il pecorino con carta d’identità

Un pecorino (ed un marzolino) dotati di carta d’identità, che certifichi la loro origine, i produttori impegnati e che renda chiaro al consumatore tracciabilità del cibo e filiera
corta.

Questa l’iniziativa messa in atto dal caseificio sociale di Sorano, nato nel 1963 ed oggi formato da 120 allevatori della provincia di Grosseto e Siena. La carta d’identità del formaggio
è un’idea unica in Italia, brevettata per Unicoop Firenze e sostenuta dalla Regione Toscana.

Sul foglio si legge così Nome: Pecorino, Cognome: Firmato, nato: Sorano, cittadinanza: Maremma Toscana, Segni Particolari: Buono e genuino. Inoltre, la carta d’identità offre
firme ed indirizzo delle 18 aziende toscane i cui animali hanno fornito il latte usato come materia prima.

Il formaggio del caseificio viene così prodotto da animali toscani, lavorato sul territorio della Regione e venduto sui banchi della grande distribuzione locale. La carta
d’identità rafforza tale legame consumatore toscano-territorio toscano, mettendo in chiaro come il suo proprietario abbia subito tre soli passaggi: allevatore, trasformatore, banco di
vendita.

A favore del pecorino firmato si è speso assessore regionale all’agricoltura, Gianni Salvadori, che lo ha definito “Un esempio emblematico di quello che intendiamo per filiera corta e
che vorremmo applicare a tutta l’agricoltura toscana: accordi fra produttori, trasformatori, soggetti che commercializzano, e dove ciascuno ha un giusto margine di guadagno. Ai consumatori si
offre un prodotto genuino, di qualità e di cui e’ certa la provenienza”.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI:

www.caseificiosorano.it

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Leggi Anche
Scrivi un commento