“Nel Segno… del Gusto”: Un grande successo di pubblico

“Nel Segno… del Gusto”: Un grande successo di pubblico

Una rottura col passato, ecco cosa ha rappresentato “Nel Segno… del Gusto”, le due serate enogastronomiche, del 16 e 17 Settembre 2011, inserite
nell’ambito della settimana normanna monrealese chiamata “Nel Segno di… Guglielmo”.

Il filo conduttore è stato quello della assoluta qualità e della promozione del territorio con ben 18 espositori, ognuno espressione di una particolare eccellenza, che hanno
ulteriormente abbellito la già splendida cornice di Villa Savoia, escludendo così le abusate pseudo-attrattive costituite da Vip e/o cantanti famosi.

Il pubblico intervenuto, che ha sfiorato le 1000 presenze, si è dimostrato molto interessato ai prodotti offerti in degustazione libera, aumentando così il gradimento degli
espositori nei confronti della manifestazione.

Altro importante tema della manifestazione è stato quello della divulgazione, grazie alla gentile collaborazione dell’enologo Guido Grillo, dell’Onav di Palermo, e di Leonardo Catagnano
con Damiano Licata, dell’UOS n.78 di Sciacca, sono stati ripetuti più volte, durante le due serate, i corsi di avvicinamento sul vino e sull’olio, catalizzando l’attenzione di molti
visitatori e avvicinandoli così al buon cibo.

Altro momento topico, di alto interesse per lo sviluppo dell’area monrealese, è stato quello che ha visto la sinergia creata tra l’Agenzia Viaggi TripPuzzle e “Nel Segno… del Gusto,
un test, realizzato nella giornata di sabato, solo con un pullman di turisti, ma potenzialmente estendibile a numeri ben maggiori. Per la prima volta è stata organizzata una reale
convergenza tra turismo, enogastronomia del territorio e cultura.

Il programma, ideato esclusivamente per i turisti della TripPuzzle, ha visto un esclusivo laboratorio sul formaggio, condotto dall’enogastronomo Maurizio Artusi, con il locale Pane di Monreale
preparato da Nazareno Tusa, la pasta filata con latte di pecora di Filippo Palazzolo, di San Giuseppe Jato, e con il caciocavallo di modicana di Liborio Mangiapane, ospite d’onore proveniente
da Cammarata. Il momento culturale, invece, si è svolto all’interno della chiesa degli Agonizzanti, oggi sconsacrata, dove l’Associazione TE.MA., grazie alla collaborazione e degli
attori del corteo storico, ha inscenato una preziosa performance recitata, naturalmente in tema con la settimana normanna.

La serata di sabato 17, infine, si è chiusa con un momento magico: ai visitatori presenti sono state consegnate delle lanterne che, una volta accese e liberate, hanno colorato di bianco
il cielo, reso scuro dalla mancanza di luna, trasportando i desideri del pubblico ben distante da Monreale. Tutto ciò è stato possibile grazie alla collaborazione del Comune di
Monreale, ma è stato fortemente voluto e realizzato dalle associazioni monrealesi rappresentate dal CCN Monreale, TE.MA., Acav, e, per la parte enogastronomica, dal sito CucinArtusi.it,
da tempo impegnato nella ricerca dei cibi genuini siciliani.

Maurizio Artusi
per Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento