Nasce un nuovo imballaggio per conservare meglio e più a lungo i vegetali

Nasce un nuovo imballaggio per conservare meglio e più a lungo i vegetali

Napoli – Quindicimila euro destinati a sviluppare imballaggi per frutta e verdura con un rivestimento attivo a base di un nuovo polimero che permette un rallentamento della maturazione ed
il prolungamento del periodo di conservazione degli alimenti in modo più efficace rispetto ai prodotti usati finora. E’ il premio messo a disposizione dal Consorzio Interuniversitario
Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali (Instm) e dall’Università di Firenze, assegnato al progetto vincitore del ‘Premio Made New in Italy 2009 – I materiali innovativi
dall’università all’impresa’.    

Il Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali coordina l’attività di gruppi di ricerca appartenenti a 45 università italiane, tra cui
l’Università di Salerno. L’imballaggio eco-attivo che mantiene freschi più a lungo gli ortaggi nasce, si legge in una nota, da un’idea di Alexandra Albunia e Rosangela Feola. E’
costituito da un film poroso di rivestimento a base di polistirene sindiotatticoattivo, una molecola dotata di microcavità che catturano l’etilene, l’ormone responsabile del processo di
maturazione dei vegetali.

“Il nostro assorbente polimerico – spiega Albunia, ricercatrice dell’Università di Salerno – oltre al controllo del livello di etilene, consente di svolgere delle ulteriori funzioni, non
riscontrabili negli imballaggi attivi attualmente disponibili sul mercato, quali la minimizzazione della disidratazione e la riduzione di conservanti, che permette di lasciar maturare i frutti
sulla pianta, contribuendo ad ottenere un prodotto più genuino, più fresco e più saporito”. E nel 2010 dovrebbe vedere la luce Nano Active Film srl, la società che si
occuperà della realizzazione e commercializzazione di questi imballaggi innovativi.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento