Monini entra nell’HO.RE.CA.

Monini entra nell’HO.RE.CA.

Trasferire la cultura dell’olio Extra Vergine d’oliva attraverso il canale della ristorazione, è questa la mission dell’operazione che da questa stagione porterà
sulle tavole e nelle cucine dei migliori ristoranti e hotel d’Italia i prestigiosi oli Monini.
Un’operazione questa che ha avuto il suo debutto nella stagione estiva e che ha coinvolto principalmente le località turistiche della Costiera Amalfitana, della riviera Adriatica e
Ischia.
Per diffondere la cultura dell’Extra Vergine e ridare valore a un prodotto troppo spesso bistrattato, Monini ha quindi messo in campo una forza vendite di 50 agentiin tutta Italia per
essere presente sulle tavole e nelle cucine della ristorazione top con i suoi prodotti.

Quello che Monini porterà in questo canale è il meglio della sua produzione: il Classico, l’Extra Vergine più venduto d’Italia, il gran cru della casa ovvero
ilGranFruttato, 100% italiano, prodotto con olive raccolte in leggero anticipo, lievemente acerbe, da cui si estrae una minore percentuale di olio, ma ricchissima di antiossidanti (polifenoli)
che gli conferiscono stabilità e ne esaltano la vivacità di profumo e fragranze, il pluripremiato Bios da agricoltura biologica, quest’anno miglior biolblended al premio
Biol di Andria, anch’esso 100% italiano, e, in tema di italianità, i tre oli Extra Vergine Dop l’Amabile umbro, il Dauno Garganopugliese e il Val di Mazara siciliano.

Questi oli Extra Vergine saranno supportati da mènage che potranno contenere i gustosi aromatizzati Monini ottenuti per infusione (rosmarino, tartufo bianco, funghi
porcini, peperoncino, aglio e peperoncino, basilico, limone, 4 pepi) e la nuovissima gamma di aceti Monini con l’Aceto di mele e il Balsamico di Modena Riserva, due aceti dalle
straordinarie caratteristiche di densità e aroma. Anche questi prodotti sono frutto dell’attenzione alla qualità che Monini ha per i suoi prodotti: il primo aceto è infatti
ottenuto dal succo di mele pregiate, coltivate in Trentino, senza aggiunta di zuccheri e fermentato in botti di legno, il secondo, è prodotto nel rispetto del disciplinare di produzione
degli Aceti Balsamici di Modena.

Le nuovissime Olive DOP varietà Nocellara del Belice saranno un altro dei prodotti destinati all’HO.RE.CA. Sono olive prestigiose, a Denominazione d’Origine Protetta che
Monini, unica azienda dell’olio d’oliva Extra Vergine ad avere tra le sue referenze questo frutto nella sua interezza, ha scelto in quanto varietà dalla polpa fragrante e croccante,
dalla forma armonica e dal profumo pronunciato di fiori ed erba, disponibili anche denocciolate e condite all’olio d’oliva e peperoncino.

A conferma dell’intento formativo e di diffusione della cultura dell’Extra Vergine di questa operazione, Monini inviterà presso il suo centro studi sull’Extra
Vergine Frantoio del Poggiolo gli chef e i proprietari dei migliori ristoranti e hotel italiani che vorranno approfondire con corsi di formazione e di
degustazione la loro esperienza sull’olio d’oliva.

Leggi Anche
Scrivi un commento